Autore:
Luca Cereda

MI SDOPPIO Hyundai ha scelto la Genesis Coupé come piattaforma per sparare i suoi fuochi di artificio al SEMA 2013, rassegna americana dedicata al tuning firmato, dove vannno in scena le novità aftermarket proposte dalle Case in collaborazione con i propri tuner ufficiali. In questa edizione sfileranno due concept che volutamente estremizzano la sportività della coupe coreana, una caratterizzata da una sfavillante livrea Atlantis Blue, e l'altra,  chiamata Hyundai Genesis Legato Concept, equipaggiata da un V6 4.0 da circa 400 cv.

PROFONDO BLU Nella prima gli effetti speciali non finiscono con il vestito blu, le minigonne extralarge, le aggiunte in fibra di carbonio e i cerchi da 19" gommati Toyo Proxy T1 R. La customizzazione griffata John Pangilian si impreziosisce all'interno di sedili Recaro e impianto stereo Alpine, mentre a potenziare le performance della Hyundai Genesis Coupé concept ci pensano lo scarico Ark Performance, freni Brembo e sospensioni coilover by KW.

ARK, CHE POTENZA! Più estrema ancora è la Genesis Legato, sulla quale ha posato le sue mani la ARK Performance. Puntando su un motore quattro litri da iperpompato, freni e sospensioni dal setup corsaiolo e un peso complessivo alleggerito facendo ricorso a componenti ultraleggeri. Ma il nome Legato si deve al curatore degli interni (non ancora visibili), arredati con sedili e volante racing ed equipaggiati con uno stereo Rockford Fosgate.


TAGS: hyundai genesis sema 2013