Autore:
Gilberto Milano

VISTA E PIACIUTA C'è voluto poco ai dirigenti Ford per capire che il prototipo presentato al Salone di Parigi nel settembre 2004 aveva qualcosa di speciale, e che il consenso dei visitatori era andato molto oltre le normali previsioni. Giusto il tempo di vedere lo stand perennemente invaso da curiosi e di firmare le carte per passare a vie di fatto. Un anno e mezzo dopo ecco la vettura bell'e pronta. In foto per ora, ma in attesa di sfilare sulla passerella di Ginevra la prossima settimana.

BUONA LA PRIMA Tranne il filo cromato che incorniciava i fari anteriori e i fendinebbia, tutto sembra identico alla concept. Andava così bene il prototipo che non sono stati nemmeno a cambiare il disegno dei cerchi in lega. Una Focus finalmente bella da guardare, e molto funzionale. Trattasi infatti di due vere auto in una. La Focus CC vanta quattro veri posti e una destinazione d'uso che le consente di trasformarsi da cabriolet vera a coupé vera in una manciata di secondi. Rimanendo bella da guardare sia aperta sia chiusa.

DOPPIA ANIMA

Merito di una coda che pur essendo lunga rispetto ai volumi classici delle coupé non è sproporzionata. Una condizione non comune tra le altre Coupé-Cabrio. La linea del tetto non si interrompe, non si spezza come una coda appiccicata lì per caso, ma rimane fluida e ben raccordata. Il tetto è diviso in sole due parti che si ripiegano nella parte posteriore, lasciando un notevole spazio a disposizione per i bagagli. Il comunicato Ford sostiene che in versione coupé il bagagliaio vanti una volumetria di ben 500 litri, che sono molti anche per una normale station wagon.

BY PININFARINA

All'interno l'enfasi è stata posta su qualità dei materiali ed eleganza, per marcare ancora di più il fatto che in Ford questo progetto mira a posizionare la Focus CC su un livello più alto di quello rappresentato da Focus berlina & C. Del resto non poteva che essere così visto che allo sviluppo e alla produzione della CC ha partecipato in prima persona Pininfarina. Le 20.000 Focus CC che saranno prodotte ogni anno usciranno tutte dagli stabilimenti Pininfarina di Grugliasco e di Bairo, entrambi situati nella periferia di Torino.

A PRIMAVERA

La nuova Focus CC sarà offerta con una scelta di tre motori, due dei quali a benzina e uno a gasolio. I due a benzina saranno il 1.6 litri Duratec da 100 cv e il 2.0 Duratec da 145 cv, mentre il diesel è il 2.0 Duratorq TDCi da 136 cv di ultima generazione. Tutti motori comunque caratterizzati da bassi consumi e bassissime emissioni inquinanti. La vettura sarà in vendita in Europa in autunno, ma in Italia potrebbe arrivare solo nella primavera 2007.

GUARDALA DA VICINO




TAGS: ford focus coupé-cabriolet