Autore:
Andrea Rapelli

PICCOLO È BELLO Il virus del downsizing torna a colpire: da oggi si può ordinare la Ford Focus 1.0 Ecoboost. Stavolta, però, gli ingegneri tedeschi ci sono andati giù pesante, nascondendo un motore da utilitaria sotto le forme di una compatta.

ERAVAMO IN TRE Aprendo il cofano della Ford Focus 1.0 EcoBoost, in effetti, si possono scorgere solo 3 cilindri, con il monoblocco che occupa all'incirca le dimensioni di un foglio A4. Miracoli dell'iniezione diretta combinata al turbo, ma non solo. Perché gli ingegneri tedeschi hanno studiato un albero motore ad attriti ridotti e uno speciale sistema di raffreddamento a due vie, che permette al blocco cilindri di entrare in temperatura prima della testata. Il tutto per contenere i consumi nella fase di riscaldamento del propulsore, soprattutto quando fa molto freddo. Non manca la fasatura variabile delle valvole Ti-VCT e il collettore di scarico integrato nella testata, nell'intento di migliorare la fluidità di risposta.

DATI DA QUATTRO A leggere la scheda tecnica quasi non ci si crede: il millino della Ford Focus 1.0 EcoBoost, declinato in due step di potenza, riesce a sviluppare ben 100 CV (consumo medio 4.8l/100 km, emissioni 109g/km di CO2) e 125 CV (5.0 l/100km, 114 g/km di CO2), con una coppia di 170 Nm a partire da quota 1.400 giri. Risultando così più efficiente del 1.6 aspirato da 125 CV che andrà a sostituire da aprile, con un prezzo base di 19.000 euro.

TRIO PULITO Non poteva mancare – di serie – il pacchetto ECOnetic, che comprende tutta una serie di accorgimenti per limitare le emissioni: si parte dal classico start&stop, passando per indicatore di cambio marcia, alette della griglia anteriore attive e il Ford Eco Mode, che analizza lo stile di guida e vi offre consigli per renderlo più ecosostenibile.

Allegato Dimensione
La scheda tecnica della Ford Focus 1.0 128 Kb
Il listino completo della Ford Focus 1.0 188 Kb