Autore:
Paolo Sardi

TUTTI IN PASSERELLA Il Salone di Ginevra non è solo una passerella su cui i grandi costruttori fanno sfilare le loro novità e le loro concept. La kermesse elvetica rappresenta anche un’occasione irripetibile per i piccoli carrozzieri e per i preparatori in genere per presentare le loro realizzazioni davanti a una folta platea di addetti ai lavori. Tra i protagonisti dell’ultima edizione figura anche la Carlsson che ha esposto sullo stando la sua ultima creazione, la C25 Royale.

A DIETA La macchina rappresenta un’evoluzione della C25 apparsa lo scorso anno ed è confezionata partendo dalla base della Mercedes SL 65 AMG. Della sportiva della Stella a tre punte, però non resta più molto. Ogni dettaglio è sottoposto a una dieta ferrea e la Carlsson C25 Royale risulta così 180 kg più leggera del modello da cui deriva. Il risultato è merito soprattutto dell’impiego generalizzato del carbonio, utilizzato per esempio a livello del tetto e del cofano.

MORDE IL FRENO Il motore V12 6.0 biturbo è spremuto per bene e ora eroga la bellezza di 753 cv, ottenuti a soli 5.000 giri. Il dato più impressionante è però quello relativo alla coppia massima: si parla infatti di 1.150 Nm autolimitati e costanti tra i 2.000 e i 4.000 giri. Se la centralina non intervenisse a tarpare le ali alla meccanica, il picco sarebbe di 1.320 Nm a 3.750 giri, valore che però potrebbe mettere a rischio la durata delle gomme e l’integrità della trasmissione.

AVANTI TUTTA Passando dal banco dinamometrico alla strada, la Carlsson C25 Royale continua a far registrare numeri mozzafiato. La velocità massima è superiore ai 350 km/h, mentre nella prova 0-100 km/h il tempo è di 3,7 secondi. Assetto e freni sono all’altezza di tanta meccanica. Sul primo fronte ci sono dunque le sospensioni attive C-Tronic, mentre per fermarsi si può contare su un impianto con dischi in materiale carboceramico e pinze anteriori a sei pistoncini.

SU MISURA Tirata in soli 25 esemplari, la Carlsson C25 Royale ha un prezzo che supera di poco il mezzo milione di euro ma che potrebbe lievitare pericolosamente se ci si facesse tentare dalle quasi infinite possibilità di personalizzazione. Da questo punto di vista ce n’è davvero per tutti i gusti, dal rivestimento interno in carbonio al pacchetto Clubsport, pensato per le uscite in pista, con sedili sportivi e cinture a sei punti, sistema antincendio e rollbar interno. Senza parlare della voce secondo cui si potrebbe ordinare il proprio esemplare anche con la carrozzeria placcata oro oppure avere una smart come tender, allestita a immagine e somiglianza della C25 Royale.


TAGS: mercedes sl 65 amg carlsson c25 royale c tronic smart tender