Pubblicato il 05/03/2020 ore 15:00

MORGAN IN VIDEO Per 84 anni il frassino ha fatto da scheletro per l'abitacolo delle Morgan, mentre la base per tutta la meccanica era fatta di longheroni d'acciaio. Ma il tempo passa, tutto cambia, e nel 2019 la casa inglese ha lanciato la nuova piattaforma in alluminio CX-Generation, dapprima sul più grande e potente modello Plus Six e ora sulla nuovissima Morgan Plus Four, che dal 1950 è la spina dorsale della produzione Morgan. Nonostante non potremo vederla dal vivo al Salone di Ginevra, annullato a causa dell'emergenza Coronavirus, ve la raccontiamo in questo video. 

PLUS FOUR Il nuovo modello vede rimpiazzato il 97 per cento delle componenti e pure il nome, che con uno humor molto british rimane lo stesso, ma con il quattro scritto in lettere e non più in cifre. Forse a sorpresa, i metodi per costruire le Morgan rimangono artigianali come sempre. I pannelli in alluminio sono battuti a mano, come a mano sono confezionati gli interni in pelle. E ci credereste? Anche il sottotelaio in frassino è ancora lì a perpetuare il mito e a far sognare gli appassionati. 

COM'È Lunga 3 metri e 83 centimetri, larga 1 e 65 e alta appena 1 metro e 25, la nuova Morgan sembra quasi un'automobilina giocattolo, vista con occhi moderni, ma il nuovo telaio porta in dote una maggiore facilità nel salire e scendere dall'auto e un bagagliaio più capiente, dice il costruttore (senza però svelarne il volume). 

DOTAZIONE DI SERIE E OPTIONAL La dotazione di serie comprende fari automatici, chiusura centralizzata a distanza, l'ABS, il servosterzo, la capote in mohair, le alette parasole e i fermi che impediscono alle portiere di ribaltarsi in avanti quando vengono aperte. Tra gli optional, invece, figurano sedili riscaldabili, luci di cortesia che illuminano il terreno accanto alle portiere e un impianto audio con Bluetooth. Non di meno, tra verniciature particolari, finiture per gli interni, ruota di scorta applicata al portellone posteriore e portapacchi si arriva a mille miliardi di possibili combinazioni, dice la Casa. 

IL MOTORE Modernissimo e non certo fatto a mano è invece il motore quattro cilindri in linea da 2.0 litri TwinPower Turbo fornito da BMW. Rimappato, naturalmente, per fornire una guidabilità ottimale su un'auto particolare come la Morgan, che pesa appena 1.009 chilogrammi a secco se equipaggiata di cambio automatico a 8 rapporti e 1.013 chilogrammi con il cambio manuale. Tra le due versioni, automatica e manuale, la potenza di 258 cavalli non cambia, ma l'automatica fornisce più coppia: 400 Nm contro i 350 Nm della manuale, che evidentemente non è dimensionata per sopportare quei 50 Nm in più. La potenza del nuovo motore unita al peso piuma si traduce in prestazioni di alto livello: la velocità massima è di 240 km/h e lo 0-100 si consuma in 4,8 secondi con il cambio automatico e 5,2 secondi con il manuale. Che fa anche consumare di più: 7,3 litri per 100 km contro 7 netti. L'automatico montato sulla Morgan Plus Four mantiene le modalità di guida che ritroviamo sui modelli BMW:  comfort, sport, sport plus e manuale. La ciclistica? È un mix di modernità e tradizione, con sospensioni a quadrilatero e cerchi da 15 pollici.

PREZZO, QUANDO ARRIVA Già in vendita, la Morgan Plus Four ha un prezzo di 72.900 euro iva inclusa in versione manuale e 75.212 euro in versione automatica. Le consegne inizieranno tra maggio e agosto 2020.

 

SCHEDA TECNICA

  • Motore: BMW 2.0 litri TwinPower Turbo, 4 cilindri in linea
  • Cambio: automatico a 8 rapporti (manuale a 6 marce)
  • Potenza: 258 CV
  • Coppia: 400 Nm (350 Nm)
  • Velocità: 240 km/h; da 0 a 100 km/h in 4,8” (5,2”)
  • Consumo medio: 7,0 l/100 km (7.3 l/100km)
  • Dimensioni: 3,83 x 1,65 x 1,25 m
  • Peso: 1.009 kg (1.013 kg)
  • Prezzo:  75.212 euro (72.900 euro)

TAGS: gims Ginevra 2020 gims 2020 Coronavirus morgan plus four