Prezzi e quotazioni usato Hyundai Veloster / MY 2011, 2013 - prezzi e caratteristiche

Hyundai Veloster

La Hyundai Veloster riceve idealmente il testimone dalla Tiburon: assetto sportivo e fiancate asimmetriche, per una compact/coupé davvero originale.

MY 2011/2013 A partire da 22.330 €
Scheda Veloster
Prezzi a partire da: 22.330 €
Omologazione: Euro5
Numero posti: 4
Bagagliaio (lt. min / max): 320 / 1015
Valutazione Media:
Quotazioni Veloster
Modello 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012
- - - - - 6.600 5.500 4.400
- - - - - 7.000 5.800 4.600
- - - - - 7.100 5.900 4.700
- - - - - 7.500 6.200 5.000
- - - - - 7.500 6.200 -
- - - - - 7.500 6.200 -
Com'è la Veloster?

La definizione più corretta è probabilmente quella coniata dalla Casa madre, cioè di crossover. Nel senso che per impostazione di guida e geometrie esterne, la Hyundai Veloster rispecchia una coupé in piena regola, mentre in termini di funzionalità e abitabilità non ha nulla da invidiare alle compatte che vanno per la maggiore. Le analogie con una sportiva a due porte si individuano nello stile mosso, fluido e scultoreo di muso, fiancate (asimmetriche) e portellone. Della classica coupé, la Veloster riprende tuttavia anche la scarsa visuale posteriore, penalizzata dal profilo spiovente di finestrini e  bagagliaio. Questo non significa affatto che le possibilità di carico siano trascurabili: 320 litri di capacità sono un valore inferiore a una wagon, ma superiore a qualsiasi utilitaria.

Come va la Veloster?

Reattiva, nervosa, pungente. La Hyundai Veloster studia da coupé e dimostra di essere un'allieva modello, dal momento che le geometrie dello sterzo consentono di pennellare curve al millimetro e che le sospensioni reagiscono al carico laterale offrendo una impressionante resistenza. Risultato: assetto piatto anche se fate i matti su un budello di montagna. Un esperimento architettonico e dinamico tanto audace, nato espressamente per essere pilotato con piglio allegro, meriterebbe solo qualche cavallo in più sotto il cofano: il 1.6 GDI a iniezione diretta di benzina da 140 cv e 167 Nm è un gioiello di tecnologia per nulla assetato (5,9 l/100 km) e dal sound persino tenebroso, che rispetto a telaio e gommatura appare però leggermente sottodimensionato.

PRO

Assetto Nervoso, reattivo, da autentica coupé sportiva. Peccato solo che il 1.6 a benzina non sia poi così prestazionale  

Accessibilità La salita dei passeggeri posteriori è agevolata dalla portiera di destra supplementare

CONTRO

Visibilità posteriore Sacrificata in nome dello stile: il profilo spiovente dei finestrini non aiuta le manovre

Potenza Il 1.6 GDI è leggermente insufficiente per fare della Veloster un'auto in tutto e per tutto sportiva

Quale versione scegliere

Poiché il motore è uno solo, il dilemma riguarda il cambio (consigliato l'automatico doppia frizione) e l'allestimento (la Sport aggiunge squisiti dettagli racing).

Quale colore scegliere

Un'auto che esce dai soliti binari di understatement va dipinta con colori altrettanto appariscenti. Si vada di giallo, di arancio o di rosso.

Logo MotorBox