Prezzi e quotazioni usato Audi R8 Spyder(MY 2012)

Audi R8 Spyder

Senza tetto, la R8 è più supercar nel look. Telaio in alluminio e carbonio e motore V10 possono spingere la Spyder all'estremo, l'elettronica la tranquillizza.

MY 2012 A partire da 132.620 €
Scheda tecnica
Marca / ModelloAudi R8 Spyder
Prezzi a partire da: 132.620 €
Omologazione: Euro5
Numero posti: 2
Bagagliaio (lt. min / max): 100
Valutazione Media:
PRO

Immagine Se la R8 a tetto fisso è già un'icona, la sorella convertibile è ancor più glamour e speciale

Prestazioni Sospensioni elettromagnetiche, cambio R tronic, una mandria di cavalli al galoppo che nitrisce alle tue spalle. Brividi

CONTRO

Abitacolo Vista la sua natura racing, si poteva forse osare di più dal punto di vista sportivo

Sfruttabilità Pur essendo potentissimi, i motori si esprimono al meglio solo a rotazioni piuttosto elevate

Quale versione scegliere

Il V8 ha un sound più classico e coinvolgente, costa meno del V10 e tira comunque come un ossesso.

Quale colore scegliere

Solo il rosso non convince al 100%. Tutte le altre tinte riflettono come specchi il suo carattere sopra le righe.

Quotazioni R8 Spyder
Modello 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012
- - - 72.800 61.700 52.000 45.100 38.100
- - - 69.600 59.000 49.700 43.100 36.500
- - - 90.600 76.800 64.700 56.100 47.500
- - - 90.600 76.800 64.700 56.100 47.500
Com'è la R8 Spyder?

La supercar dei Quattro Anelli a motore centrale si toglie il cappello e acquista altri quintali di fascino, oltre che qualche chilo dovuto agli inevitabili rinforzi della scocca. Come la versione chiusa, la R8 Spyder sfoggia single frame aggressivo, prese d'aria mostre, un profilo basso e arcuato. La mancanza del metallo e delle volumetrie di tetto e padiglione rastremati a scendere dolcemente disegnano una R8 dall'andamento svelto e quasi semplice, con molti più vuoti e meno pieni. All'interno risaltano le finiture in pelle e alluminio e soprattutto le due gobbe con sfoghi dell'aria scalettati, che proseguono i rigonfiamenti di poggiatesta e rollbar.

Come va la R8 Spyder?

Giù la capote, un giro di chiave e il V8/V10 si sveglia abbaiando, un urlo sofferto che sveglia la natura circostante. Nonostante la vocazione da supercar, alle basse andature la R8 è comunque docile. Le sospensioni assorbono asfalto e buche meglio di quanto ci si aspetti, il motore non strappa, il cambio (anche in modalità manuale) salta da un rapporto all’altro in totale souplesse. E tutto sommato, la vita a bordo per due persone è piuttosto comoda. Non essendo sovralimentati, la coppia ai bassi del V10 e del V8 Audi non strappa l’asfalto, ma oltre i 4.000 giri è una furia: cambia tono di voce, penetrando i timpani vostri e di chi cammina a bordo strada. Spider glamour, ma che conosce l'arte della pista.

Logo MotorBox