Test in pista
Test pneumatici invernali 2018, la guida definitiva

Test pneumatici invernali
2018, la guida definitiva

Cinque i test, realizzati con auto diverse per segmento, trazione e motorizzazione, per confrontare gomme invernali ed estive.

11 0
Autore:
Simone Dellisanti

LA GUIDA D'inverno le strade diventano meno sicure a causa della pioggia, della brina, del ghiaccio, della neve e di altri fattori legati alla stagione invernale, quindi l'aderenza del nostro pneumatico ne risente. Per aumentare la sicurezza di noi automobilisti il Codice della Strada prescrive che "i veicoli devono essere muniti di pneumatici invernali durante la stagione fredda". Ma cosa sono gli pneumatici invernali? Qual è la differenza tra pneumatici invernali e pneumatici da neve? Gli pneumatici invernali sono davvero più sicuri dei pneumatici estivi? Per rispondere a queste domande siamo andati in Piemonte, a Sestriere, per partecipare ai test invernali di Assogomma e Federpneus. 

PNEUMATICI DA NEVE O INVERNALI? Si, c'è differenza tra pneumatici da neve e pneumatici invernali. I primi sono pneumatici pensati esclusivamente per la guida su strade totalmente innevate e ghiacciate, spesso dotati di chiodi. Gli pneumatici invernali sono prodotti che offrono prestazioni migliori e maggior sicurezza durante la guida nella stagione invernale. Posso essere usati sulla neve ma anche in altre situazioni che caratterizzano la stagione fredda. 

COME RICONOSCERE GLI PNEUMATICI INVERNALI Gli pneumatici invernali si distinguono per la marcatura, posta sulla spalla della gomma, M+S. Questa è una autodichiarazione del costruttore che attesta l'omologazione dello pneumatico sulla neve. Oltre alla dicitura M+S possiamo anche trovare un pittogramma alpino (una montagna con tre picchi con un fiocco di neve al suo interno) che attesta come quel pneumatico abbia superato una serie di test specifici per essere omologato come Invernale. Una sicurezza in più insomma. Senza contare che gli pneumatici invernali hanno tasselli caratterizzati in superficie dalla presenza di lamelle, non presenti su quelli normali o estivi. 

QUANDO MONTARLI? Il periodo consigliato per montare gli pneumatici invernali va dal 15 novembre al 15 aprile. Questo periodo può essere esteso nei paesi con condizioni climatiche particolari. Naturalmente, nel periodo invernale, le prestazioni tra pneumatici normali e pneumatici invernali sono molto differenti, con le gomme invernali progettate e costruite appositamente per aumentare la sicurezza e dare il meglio in condizioni atmosferiche critiche come le temperature basse o con l'asfalto umido, ghiacciato o innevato.  

LA PROVA PRATICA In cinque test diversi, abbiamo messo a confronto gli pneumatici invernali e quelli estivi in condizioni estreme, per conoscerne la differenza e in che modo lavorano per aumentare la sicurezza. Curiosi di sapere come è andata? Allora scorrete più in basso.

IL TEST Durante il nostro test, la temperatura dell’aria era 0° nel primo mattino fino ai 6° del mezzogiorno con conseguente cambiamento del fondo prima ghiacciato poi con neve compatta, per arrivare a una neve molto bagnata e molle. L’umidità dell’aria era del 40/45%. 

PRIMA PROVA: ACCELERAZIONE La vettura che ho utilizzato per effettuare il primo test è stata una compatta a trazione anteriore, l'Alfa Romeo Mito Veloce con il 1.4 turbo benzina, equipaggiata con pneumatici di misura 215/45R17. Parto con la prima Mito che monta pneumatici estivi 215/45R17 91 V XL Premium Contact 6, per affrontare un rettilineo con fondo misto, neve e ghiaccio. La difficoltà dell'Estivo è evidente se spingo l'acceleratore per effettuare una decisa partenza. Per riuscire a far muovere l'Alfa ho dovuto parzializzare moltissimo il gas ma anche in questo caso, le ruote anteriori hanno continuato a perdere aderenza obbligandomi a parzializzare ulteriormente e a remare non poco con lo sterzo. Con l'Alfa Romeo equipaggiata con pneumatici invernali 215/45R17 91 V XL Winter Contact TS850P lo spunto in partenza è stato più controllato e progressivo. Gli slittamenti erano comunque presenti ma è bastato parzializzare l'accelerazione per ritrovare il giusto guizzo in partenza. 

SECONDA PROVA: GUIDABILITA' Avete una vettura 4x4 e pensate di non aver bisogno delle gomme invernali poiché il vostro SUV vi porta lo stesso fino alla vostra casetta di montagna? Niente di più sbagliato e ve lo dimostro con questo secondo test. Una prova di salita e discesa con veicoli a trazione integrale. Prima di tutto salgo a bordo dell'Alfa Romeo Stelvio Q4 equipaggiata con pneumatici 235/65 R17 estivi Bridgestone Dueler H/P sport, per affrontare un piccolo circuito fatto di saliscendi e pendenze. Anche con l'Estiva la manovrabilità in curva è buona (a bassa velocità) ma il problema arriva quando devo affrontare le pendenze. Con l'Estivo la partenza in salita ancora una volta si fa difficoltosa e per rallentare devo dolcemente pizzicare i freni pena il bloccaggio totale delle ruote. Meglio provare le Invernali se non voglio tirare giù qualche birillo. Sempre con l'Alfa Romeo Stelvio Q4, equipaggiata questa volta con lo pneumatico Invernale Bridgestone Blizzak DM-V2 con marcatura M+S e pittogramma alpino, la cosa si fa più facile. Inutile dirvi che nella partenza in salita, se schiaccio giù tutto il pedale del gas, la vettura rimane ferma lì, ma accelerando nel modo giusto riesco a scalare con facilità vari dislivelli e il mio spazio di frenata diminuisce notevolmente. 

TERZA PROVA: TENUTA DI STRADA Una prova molto simile a quella precedente. Questa volta effettuata con un'Alfa Romeo Giulietta Veloce (175 CV, alimentazione a benzina) a trazione anteriore, equipaggiata sia con pneumatici full invernali sia con equipaggiamento misto (con pneumatici invernali sulle ruote anteriori, quelle che danno trazione, e pneumatici estivi su quelle posteriori). Parto con l'equipaggiamento misto e guido verso un piccolo ovale innevato con una leggera pendenza. Sterzo a sinistra per affrontare la prima curva, l'anteriore stringe e segue la curva (equipaggiamento invernale) ma le ruote posteriori (equipaggiamento estivo) perdono il grip e mi mandano in testacoda. Sembra quasi di non averle. Con la vettura full invernale va molto meglio, la Giulietta mi segue fedele ed è facile controllarne l'accelerazione, la frenata e il comportamento in curva. In questo caso la prova si è svolta con pneumatici Goodyear Eagle F1 Asymmetric 3 - misura 225/40R18 92Y XL (estivi) / Goodyear UltraGrip Performance 225/40R18 92V XL (invernali con marcatura M+S e pittogramma alpino 3PMSF) 

QUARTA PROVA: LA FRENATA La prova forse più interessante. Quella che mi ha dimostrato l'efficacia e la maggior sicurezza dello pneumatico invernale. In questo test ho provato lo pneumatico invernale Pirelli Sottozero 3 e quello estivo Pirelli Pzero, entrambi nelle misure Anteriore 245/40 ZR20 – Posteriore 285/35 ZR 20, montati su due Maserati Ghibli identiche. Anche questa volta, davanti a me, c'è un piccolo rettilineo innevato. Parto prima con le Estive e dopo aver raggiunto (con qualche difficoltà di troppo) la velocità di 25 km/h, al punto stabilito affondo il piede nel pedale del freno. La frenata è lunga, sono davvero inerme mentre la Maserati continua ad avanzare nonostante la brusca frenata e l'ABS che lotta per farmi frenare. Anche in questo test, cambio subito con le Invernali. Non c'è niente da fare. L'Invernale risulta migliore anche in questa occasione e ha diminuito lo spazio di frenata di 9 metri circa. 

Ecco i dati della frenata: 

da 25 Km/h a 5 Km/h 

Estivo:38,48 m - Invernale: 23,86 m 

da 20 Km/h a 5 Km/h 

Estivo:22,99 m - Invernale: 15,42 m 

Ecco i dati dell'accelerazione 

da 5 Km/h a 15 Km/h 

Estivo:3,80 sec - Invernale: 2,54 sec. 

da 5 Km/h a 20 Km/h 

Estivo:6,02 sec - Invernale: 3,71 sec. 

 

QUINTA PROVA: IL TEST SU STRADA  La prova viene eseguita con due Volvo V90 Cross Country D4 a trazione integrale. Una vettura è stata equipaggiata con quattro pneumatici invernali MICHELIN Latitude Alpine LA2 misura 245/45 R 20 103 V XL. L’altra vettura è stata equipaggiata con pneumatici estivi MICHELIN Latitude Sport 3 245/45 R 20 103 W XL. Su un breve tratto di strada provo l'handling della Volvo con le Invernali. Riesco a guidare bene a basse velocità sul percorso misto, stradale e di montagna, ma il comportamento del veicolo (maneggevolezza, precisione di guida, risposta al volante, aderenza in frenata, aderenza in curva) non mi soddisfa appieno. La Volvo è molto rotonda nei movimenti e poco briosa ma questo a tutto vantaggio della sicurezza. Le prestazioni offerte della Invernali sono inferiori rispetto alle estive ma il livello di sicurezza che sento e ovviamente migliore


TAGS: pneumatici test in pista test gomme 2018 guida pneumatici 2018

Tyres
Nokian: 4 new entry nella gamma di pneumatici invernali

Nokian Hakkapeliitta R3 e R3 SUV, Nokian WR SUV 4 e Nokian WR G4

1 0
Gomme invernali
Gomme invernali per moto e scooter, tra intagli e mescole

Gomme invernali per moto e scooter, tutto sugli pneumatici M+S

3 0
Back To Top