Autore:
Roberto Tagliabue

PALMARES INFINITO Il Pirelli P7 è stato il primo pneumatico ribassato utilizzato nel Campionato Mondiale Rally prima ancora che il campionato stesso nascesse. La gomma rievocativa, denominata Pirelli P7 Corsa Classic, interpreta i fasti di allora, utilizzando però le più moderne tecnologie, risultando così ben più efficace, tanto in termini di prestazioni quanto nella sicurezza.

ASIMMETRICO COME IL P ZERO il disegno del battistrada asimmetrico, molto simile a quello dell’attualissima gamma Pirelli P Zero, lo rende particolarmente sensibile ai comandi del pilota, offrendo così una perfetta direzionalità. L’offerta del Pirelli P7 Corsa Classic prevede tre mescole differenti, mantenendo le stesse denominazioni delle gomme racing: D3 per asfalto asciutto e caldo (da 20°C a oltre 30), D5 per le condizioni miste (asfalto da 10 a 25°C) e W5 per l’asfalto bagnato e basse temperature (-5°, 10°C). Le misure spaziano dai cerchi da 13 fino a 16 pollici, perfette per le auto storiche sportive più famose: Lancia Stratos, Rally 037 e Delta S4, Fiat 131 Abarth, Audi quattro gruppo B, Renault 5 Maxi Turbo, Opel Kadett, Manta e Ascona, Ford RS 200 Gr.B, per citate le più famose. Nella galley trovate una tabella completa con misure, mescole e vetture.

IL FILMATO Nel filmato di test si avvicendano grandi piloti del passato e del presente: da Markku Alen a Juha Kankkunen fino all’inossidabile, ma più giovane, Paolo Andreucci. Come auto storiche da competizione grandi glorie del passato di Casa Lancia, come la Stratos, la Rally 037 e la Delta S4 Gruppo B, ma anche la Peugeot 207 S200 con cui Andreucci ha vinto il Campionato Italiano Rally nel 2011 e una bella Subaru Impreza.


TAGS: classic auto corsa pirelli storiche