Autore:
Roberto Tagliabue

IL PIU’ FAMOSO AL MONDO Il Calendario Pirelli, detto anche  “The Cal”™, certamente il calendario più famoso al mondo, nasce come progetto esclusivo dalla Pirelli UK Ltd, la consociata inglese del gruppo della Bicocca, che vi lavorava con ampi margini di autonomia. Sono infatti gli inglesi che, alla ricerca di una strategia di marketing per superare la concorrenza domestica di altre case britanniche di pneumatici, nel 1964 incaricano un fotografo, l’inglese Robert Freeman, già ritrattista dei Beatles, di dare vita, sotto la direzione di Derek Forsyth, a un progetto all’epoca del tutto innovativo. Vede così la luce un prodotto editoriale raffinato ed esclusivo, con valenze artistiche e culturali che andarono da subito ben oltre il campo della moda e del glamour.

TRE ERE La storia del Calendario Pirelli può essere divisa in tre ere bene distinte: il primo decennio (dal 1964 al 1974) che venne seguito da lunga pausa di nove anni in conseguenza dell’austerity; il secondo decennio (dal 1984 al 1994) che sancisce la rinascita del Calendario Pirelli e il progressivo ritorno alla ribalta; infine l’ultima era, dal ’94 a oggi, che stando a cavallo tra i due secoli, sancisce il Calendario come oggetto cult, capace di fare tendenza.

IL VIDEO Sono diversi gli eventi organizzati per celebrare l’occasione dei 50 anni. Lo scorso giugno a New York è stato allestito un set con due protagonisti dell'immagine come Peter Lindbergh e Patrick Demarchelier (già autori delle edizioni 1996 e 2002 il primo e 2005 e 2008 il secondo) per fotografare un cast di modelle rappresentative dell'identità visiva della storia più recente del Calendario: Alessandra Ambrosio, Helena Christensen, Isabeli Fontana, Miranda Kerr, Karolina Kurkova e Alek Wek.


TAGS: pirelli 2014 calendario helmut newton