Autore:
Luca Cereda

VOLO CANCELLATO Due anni fa di questi tempi eravamo in un hangar di Fiumicino e, in pompa magna, l’Aprilia presentava il suo team Superbike, il suo nuovo e ingombrante sponsor, l’Alitalia, e la RSV4 con cui Biaggi si laureò campione del mondo per la quinta volta. Adesso l’atmosfera è un po’ diversa, e diversa è anche la RSV4. Appena accennato il tricolore, se ne va lo sponsor Alitalia; e con i colori si ritorna al passato. Per quanto riguarda la squadra, invece, l’Aprilia Racing Team 2012 si barcamena tra il vecchio e il nuovo.

IN SINTESI Per galanteria diamo precedenza alle signore, e allora occhio alla moto. La livrea torna a verniciarsi di nero e rosso per lo più, pur mantenendo lo scollo a “V” frontale, i baffetti, e alcuni stilemi decorativi della moto dello scorso campionato. Dal punto di vista tecnico, invece, si può riassumere la RSV4 con quanto citato dalla scheda tecnica: peso di 165 kg, grazie a un telaio regolabile in alluminio a doppia trave con elementi fusi e stampati in lamiera, motore 4 cilindri a V longitudinale di 65 dalla potenza massima di 220 cv, frizione multidisco in bagno d’olio con sistema antisaltellamento, freni Brembo e sospensioni Öhlins.   

MEZZA RIVOLUZIONE A prendersene cura e tentar di migliorane di volta in volta le prestazioni ci penserà l’Aprilia Racing Team 2012 per intero. Un team che non cambia nella testa e nel manico, se è vero che la mente rimane il direttore tecnico Luigi Dall’Igna (affiancato dal team manager Dario Raimondi) e il pilota di punta è l’immarcescibile – va per le 41 primavere – Max Biaggi. La seconda, più giovane, guida è però nuova: sarà Eugene Laverty, irlandese classe ’86, ex- Yamaha, l’anno scorso giunto terzo nel Mondiale a pari punti (303) con Biaggi. Con lo stesso numero di vittorie (due) ma con un numero di podi inferiore (6 contro i 12 del romano).

I TECNICI Oltre a un nuovo compagno di squadra, il Corsaro avrà anche un nuovo capotecnico. A sviluppare la sua RSV4 Factory ci penserà Aligi Deganello, in passato tecnico di Simoncelli alla Gilera, dopo la dipartita di Giovanni Sandi verso la MotoGP. La moto di Laverty verrà invece seguita da Marcus Eschenbacher, ex capo-ingegnere Yamhaha, che lo ha seguito nell’Aprilia Racing Team 2012 assieme a Phil Marron.