Autore:
Lorenzo Centenari

UNA GIORNATA DI ORDINARIA FOLLIA Elon Musk è un giovanotto dall'agenda sempre piena. Un giorno, la presentazione della nuova Tesla Roadster. Quello dopo, i lanciafiamme, quello dopo ancora i tunnel sotterranei, e così via. Che c'è oggi in programma? Ah già, il lancio in orbita del Falcon Heavy. Che vuoi che sia, routine. Quando hai a che fare con un genio del male come Musk, l'unico antidoto alla sua malvagità non può essere che uno spiccato sense of humour. Ma è un umorismo che nasconde un velo di terrore. Perché ridendo e scherzando, in territorio marziano il Falcon Heavy di SpaceX e Mr Tesla ora viene sparato per davvero. Appuntamento alle 19.30 ora italiana al Kennedy Space Center di Cape Canaveral. La base spaziale che ha spedito il primo uomo sulla Luna, oggi lancerà la prima auto sul Pianeta Rosso. Ce la farà?

STAR MUSK Quindi Elon faceva sul serio, ma di che meravigliarsi? Al coraggio del Signore dell'Elettrico non c'è confine, se non quelli del Sistema Solare. Già protagonista due anni fa di un'impresa senza precedenti, quella di far atterrare in verticale il Falcon 9 su una piattaforma navigante in mezzo all'Atlantico, ora SpaceX è pronta al grande salto. Il Falcon Heavy "abitato" dalla rossa Tesla Roadster di Elon Musk, a sua volta equipaggiata di astronauta fantoccio (il manichino Starman) e di autoradio su frequenze David Bowie ("Space Oddity" la colonna sonora della vacanza), a brevissimo spiccherà il volo verso lo Spazio aperto. Il razzo più pazzo del mondo non raggiungerà il suolo di Marte, né è attrezzato per rallentare e farsi catturare dalla sua orbita. Se tutto andrà come secondo programma, il Falcon Heavy entrerà semmai in orbita eliocentrica, ruotando attorno al Sole come fosse un suo satellite. 

ALTRO CHE BALLE SPAZIALI A parte la trovata di una Tesla Roadster come cavia, perché il lancio del Falcon Heavy è così sensazionale? Semplice. Quello progettato da SpaceX è allo stato attuale il razzo più potente al mondo, nonché il più potente di sempre dopo soltanto il Saturn V utilizzato dalla Nasa per i programmi Apollo. A propellere il giocattolino di Elon Musk, qualcosa come 27 motori Merlin che insieme generano una spinta di 2.300 tonnellate, un valore sufficiente ad accompagnare in orbita un Jumbo a pieno carico (guarda l'infografica nella gallery). Nondimeno, la missione Falcon Heavy costa un terzo rispetto a un Delta IV Heavy, il razzo dalla maggiore capacità oggi sulla piazza. Questo grazie alla possibilità di recuperare tutti e tre i vettori, programmati per rientrare a terra ed essere riutilizzati. Stasera, tutti col naso all'insù. Nella speranza, chissà, di individuare tra le stelle quel puntino. E testimoniare un altro piccolo passo per l'Umanità. Per vedere com'è andata clicca qui.


TAGS: SpaceX Falcon Heavy SpaceX Falcon Heavy decollo SpaceX Falcon Heavy lancio SpaceX Falcon Heavy Elon Musk SpaceX Falcon Heavy Tesla Roadster SpaceX Falcon Heavy orbita SpaceX Falcon Heavy Marte SpaceX Falcon Heavy potenza SpaceX Falcon Heavy launch SpaceX Falcon Heavy tonnellate SpaceX Falcon Heavy costo SpaceX Falcon Heavy missione SpaceX Falcon Heavy David Bowie SpaceX Falcon Heavy motori SpaceX Falcon Heavy Saturn V SpaceX Falcon Heavy Space Oddity SpaceX Falcon Heavy Kennedy Space Center SpaceX Falcon Heavy Cape Canaveral