Autore:
Simone Dellisanti
IL FUTURO PROSSIMO E se le nuove automobili Renault riuscissero a vedere e a percepire l'ambiente come l'occhio umano? Un futuro troppo distante? Forse non è così lontano come possiamo immaginare.
 
TI VEDO Carlos Ghosn, Presidente-Direttore Generale del Gruppo Renault, ha annunciato un accordo di sviluppo strategico con Chronocam, una start-up innovativa che ha messo a punto dei sensori di visione che si ispirano al funzionamento dell’occhio umano. Attirata da queste nuove tecnologie, Renault ha messo gli occhi addosso a questa nuova soluzione di visione artificiale immaginando di poter applicare tale tecnologia anche alle sue automobili. 
 
AL SERVIZIO DELL'AUTOMOBILISTA Questa visione artificiale permetterà di elaborare delle informazioni visive da applicare nei sistemi di assistenza alla guida (ADAS) di Renault, in soldoni permetterà alla vettura di rilevare le persone o gli ostacoli in modo molto più rapido di quanto facciano ora i sistemi di guida autonoma. Permettono alle telecamere di bordo di compredere e di adattarsi alle condizioni ambientali in cui la vettura si sta muovendo.
 
GUIDA AUTONOMA PER TUTTI Una tecnologià che potrebbe permette ai dispositivi di assistenza alla guida di diventare accessibili per un maggior numero di veicoli e di mercati, a vantaggio di un netto miglioramento della sicurezza per tutti. Con un miglioramento sensibile nell’evitamento degli incidenti, per l’assistenza al conducente, per la protezione dei pedoni, la rilevazione degli angoli morti e altre funzioni essenziali per la guida autonoma.

TAGS: renault assistenza alla guida auto a guida autonoma Chronocam