Autore:
Emanuele Colombo

ISPIRATA DA TESLA Circa trecento chilometri con una ricarica è quanto promettono oggi le migliori moto elettriche, ma visti i tempi necessari per il rifornimento, l'autonomia non è mai abbastanza ed ecco che la Lightning Motorcycles, ispirandosi alle auto Tesla e alle strategie di Elon Musk, punta a realizzare un modello in grado di viaggiare da Los Angeles a San Francisco senza fermarsi. Parliamo di 600 chilometri: il doppio di oggi.

LAVORO DI GRUPPO Lightning Motorcycles conta di collaudare molto presto il prototipo che sta mettendo a punto in collaborazione con il Battery Innovation Center, un istituto americano che promuove la ricerca sul tema degli accumulatori. Insieme starebbero lavorando sia su batterie migliori sia su trasmissioni più efficienti, per alzare l'asticella nel settore delle moto elettriche.

I PRECEDENTI Anche se può sembrare una boutade, la Lightning Motorcycles non è un'azienda nuova alla ricerca di facile notorietà. Situata in California, è infatti attiva da circa 10 anni; nel 2012 ha vinto la FIM ePower Series a Laguna Seca, con la Barracuda Lightning alimentata a energia solare, e nel 2013 ha vinto la cronoscalata Pikes Peak con la Lightning LS-218 che vedete nelle foto.

UN FALSO PROBLEMA? “Seguiamo le orme di Tesla” ha detto Richard Hatfield, il boss della Lightning, “e completare il viaggio da San Francisco a Los Angeles con una sola carica dimostrerebbe che l'ansia da autonomia non è più un problema”. Rimane il fatto che, per lunga che sia, se l'autonomia non basta il rifornimento non è comodo e rapido come con la benzina.


TAGS: moto elettrica tesla mobilità elettrica elon musk mobilità sostenibile lightning motorcycles 600 chilometri di autonomia battery innovation center