Autore:
Emanuele Colombo

ECCO IL CAMION ELETTRICO Elon Musk non ha mai fatto segreto di avere un piano per realizzare un autotreno elettrico, dotato delle tecnologie di guida autonoma già presenti sulle auto del marchio. E alla fine eccolo qua, il camion elettrico di Tesla, si chiama Tesla Semi e fuga finalmente ogni dubbio sull'autonomia, sul prezzo, sulla capacità di carico e, soprattutto, sulla sua utilità.

L'AUTONOMIA Secondo quanto dichiarato dalla casa, a velocità autostradali e a pieno carico l'autotreno elettrico di Tesla dovrebbe avere una percorrenza 800 km con una ricarica. Grazie ai nuovi Megacharger alimentati a pannelli solari permetterà di recuperare oltre 640 km in 30 minuti. E ciò fa sorgere un dubbio: a che cosa serve, visto che gli attuali mezzi da trasporto pesante tradizionali riescono a percorrere anche 1.600 km con un pieno di gasolio?

MISTER 30 PER CENTO La premessa è che circa il 30 per cento dei trasporti in territorio americano sono su scala regionale e quindi entro le 200 miglia di distanza: è quello il mercato a cui Elon Musk punta, giocandosi la carta dei costi di gestione più contenuti del settore, che potrebbero ingolosire le compagnie di trasporto merci: si parla di 1,26 dollari per miglio contro 1,51 dollari per miglio di un convenzionale camion a gasolio. Il tutto calcolando anche il costo delle pastiglie dei freni, che non dovrebbero richiedere la sostituzione per tutta la vita del veicolo grazie alla frenata rigenerativa, che ne ridurrebbe drasticamente l'usura. 

COME UNA SUPERCAR Per sedurre gli autotrasportatori, Musk gioca le carte del comfort e della sicurezza, grazie a una versione apposita del sistema Autopilot, che mantiene il veicoli in corsia, velocità e distanza dagli altri veicoli e frena da solo in caso di pericolo. Altro elemento d'appeal - buono giusto per lo show, va detto - è l'aspetto prestazionale. Elon Musk dichiara per Tesla Semi un'accelerazione da 0 a 96 km/h in 5 secondi: in 20 secondi a pieno carico. E dice che la guidabilità è pari a quella di un'auto sportiva: tanto più che l'unico sedile a bordo è montato al centro, come sulle Formula 1. Più interessanti sono la capacità di carico di 36 tonnellate e la garanzia di un milione di miglia: allineati alla categoria.

IL MERCATO SI MUOVE Il ritardo con cui Tesla ha lanciato il suo camion ha tuttavia lasciato spazio ad altri costruttori di dimostrato che l'interesse per questa nicchia è concreto. Pochi mesi fa è stato presentato il Cummins Aeos e dall'eTruck Mercedes alle autostrade elettrificate di Scania e Siemens sono molti i progetti che puntano a ripulire l'immagine del trasporto pesante: visto oggi come una grave fonte di emissioni inquinanti. La produzione di Tesla Semi dovrebbe iniziare nel 2019 ed Elon Musk sta già raccogliendo le prenotazioni, a fronte di una caparra di 5.000 dollari. Tesla Semi è stato presentato accanto alla nuova Tesla Roadster II, di cui vi sveliamo tutto in questo articolo e che ci siamo divertiti a confrontare con Lamboghini, Ferrari, Porsche, Bugatti & C. in una drag race virtuale.


TAGS: accelerazione tesla elon musk guida autonoma camion elettrico trasporto merci trasporto pesante camion emissioni zero camion tesla camion elon musk autotreno elettrico tesla tesla autoarticolato elettrico tesla motrice elettrica camion elettrico autopilot tesla megacharger tesla semi tesla semi autonomia tesla semi ricarica tesla semi caratteristiche camion elettrico tesla semi elon musk tesla semi