Autore:
Roberto Tagliabue

TRASFORMAZIONE IN CASA Ad autunno è previsto l’esordio della piccola elettrica di casa VW: la Volkswagen e-up!. Su questo modello, che sta per essere lanciato sul mercato, è già stata creata la prima trasformazione a mezzo da lavoro: è nata la Volkswagen e-load up!. Con poche modifiche: l’eliminazione del divano posteriore, la pannellatura dei vetri posteriori e l’adozione del sedile del passeggero con schienale totalmente abbattibile… et voilà il minivan elettrico è fatto!

ORGOGLIO TEDESCO Il management di Volkswagen è orgoglioso di sottolineare, giustamente, che l’origine del progetto e la realizzazione di tutti i componenti è rigorosamente made in Volkswagen. Come per la sorella maggiore e-Golf anche la Volkswagen e-load up! è interamente costruita con elementi prodotti all’interno del gruppo VW, dal motore elettrico alle batterie al litio, compreso il cambio.

NUMERI INTERESSANTI Con un volume di carico di 923 litri, che possono diventare 1.400 con il sedile del passeggero abbattuto, la piccola Volkswagen e-load up! (lunga soltanto 3,540 mm) dispone di un potente motore elettrico da ben 82 cavalli e 210 Nm di coppia, con un’accelerazione 0-100 km/h di soli 12,4 secondi, una velocità massima di 130 km/h e con un consumo medio di 11,7 kWh per 100 chilometri. Con un pacco batterie al litio da 18,7 kWh l’autonomia stimata è di circa 160 chilometri.


TAGS: Tutto sul Salone di Francoforte 2013