Autore:
Federico Maffioli

E’ ANCORA PRESTO Dopo le prime due sessioni di prove libere cronometrate valevoli per l’ingresso in Superpole 2, il giovane Michael van der Mark su Honda ha chiuso con il miglior crono di 1.34.629,  con un buon risultato anche nel passo gara. Bene anche il suo compagno di squadra Nicky Hayden, sesto nella classifica combinata dei tempi. Risultati che fanno pensare che Honda sarà competitiva anche in Thailandia. Di fatto, però, i tempi registrati nella giornata di Venerdì sono ancora lontani dal 1.33.382, bestlap 2015 con gomme da qualifica che era valso la prima casella a Jonathan Rea. Tutto è ancora molto arbitrario quindi, soprattutto considerato che qui si è corso per la prima volta l’anno scorso e che per molti Team e piloti è una pista totalmente sconosciuta. Quindi, per loro, questa prima presa di contatto è servita principalmente per lavorare in ottica gara.

COMPETITTIVI Bene anche per Sylvain Guintoli e la sua Yamaha, unico pilota dal gruppo che è riuscito a girare sotto 1.35.000 insieme a van der Mark. Da tenere d’occhio anche il suo compagno di squadra Alex Lowes che ha chiuso queste due prime sessioni con il quarto crono. L’anno scorso il pilota inglese aveva già dimostrato, partendo dalla terza casella con la Suzuki, di trovarsi a suo agio su questo tracciato.

A TESTA BASSA Lo spagnolo Jordi Torres cade dopo pochi minuti dall’inizio del primo turno di libere, ma nelle FP2 chiude in sella alla sua BMW con il terzo tempo a quasi sei decimi dalla miglior prestazione del Venerdi. Il Team Althea, con il decimo miglior tempo di Markus Reiterberger, accedere direttamente in Superpole 2 con entrambi i suoi piloti. Ottimo risultato!

SPETTATORE Il leader della classifica provvisoria Jonathan Rea ha terminato il venerdì thailandese con il quinto tempo, però l’impressione è che non abbia ancora scoperto tutte le sue carte; nella prima sessione di prove mette le ruote in pista sono negli ultimi 20 minuti, ma chiude la giornata con una buona sequenza di giri veloci. Come era successo in Australia, il Campione in carica nel passo gara è sempre competitivo, un indizio non da poco.

GOMME ROVENTI Come era già successo l’anno scorso, Tom Sykes non si trova particolarmente a suo agio con le temperature thailandesi: settimo posto nella combinata del Venerdì e poca confidenza la gestione delle gomme. Anche per lui, però, non è detta l’ultima parola perché i valori in gioco emergeranno domani nell’ultimo turno di prove libere e in Superpole.

QUASI UN DEJAVU Quella che invece ha dimostrato di poter crescere è la Ducati, che qui non è ancora competitiva come ci aspettavamo, ma è riuscita a migliorare molto tra le due sessioni. Nelle due ore di prove libere Chaz Davies e Davide Giugliano hanno chiuso rispettivamente ottavo e nono distaccati tra loro di soli 18 millesimi. Meglio, perchè dopo il quindicesimo crono del vice campione 2015 al termine della FP1, nel box Ducati aleggiava la sensazione di un dejavu del 2015.

FUOCO DI PAGLIA Leon Camier in sella alla MV Agusta ha chiuso con il miglior tempo la prima sessione di prove, dando l’impressione di poter essere competitivo nel we di gare. Un’ottima prestazione che, però, non ha trovato conferma nelle FP2, dove il pilota inglese è retrocesso in dodicesima posizione.

ALTO MARE Chi davvero è in evidente difficoltà è l’Aprilia, decisamente ancora non competitiva rispetto agli avversari. Alex De Angelis e Lorenzo Savadori non riescono ad accedere direttamente alla Superpole 2, fermati nelle FP2 per problemi tecnici, e rispettivamente al diciottesimo e diciannovesimo posto.

GRANDE BAIOX La bella sorpresa delle libere del Venerdì è stato Matteo Baiocco, chiamato in sostituzione dell’infortunato Fabio Menghi in sella alla Ducati del Team VFT Racing. Per 140 millesimi il pilota italiano non è riuscito ad accedere direttamente in Superpole 2, ma con il tredicesimo tempo ha dimostrato che talento e voglia di esserci non mancano di certo!

ORARI IN TV Il prossimo appuntamento con la Superbike 2016 è fissato Sabato 12 Marzo alle 4:40 su Italia 2 con la diretta delle FP3 e, alle 7:15 del mattino, per Superpole 1 e 2. Gara 1, invece, sarà trasmessa in diretta sia su Italia 1 sia su Italia 2 alle 10:00 di Sabato mattina e in replica alle 13:55 su Italia 1. Domenica 13 Marzo alle 10:00 partirà gara 2, trasmessa in diretta su entrambe le reti Mediaset e in replica alle 14:00 su Italia 1. 


TAGS: nicky hayden Sylvain Guintoli superbike 2016 Davide Giugliano jonathan rea tom sykes Michael Van Der Mark jordi torres Markus Reiterberger alex de angelis lorenzo savadori Fabio Menghi vft racing ducati aruba.it racing althea bmw racing superbike thailandia Pata Yamaha Official WorldSBK Team dove vedere la superbike in tv kawasaki krt honda superbike secondo ruond superbike 2016 Motul Thai Round Buriram Chang International Circuit matteo baiocco orari superpole italia 2 orari gara 1 thailandia 2016 orari gara 2 thailandia 2016

Allegato Dimensione
superbike 2016_thailandia_venerdi.pdf 80 Kb