Autore:
Giulio Scrinzi

SBK VS MOTOGP Dopo due giornate all'insegna esclusiva delle derivate dalla serie, il circuito di Jerez de la Frontera ha accolto oggi la sfida che tutti gli appassionati del motociclismo su pista stavano aspettando. Oltre alle Superbike, la pista spagnola ha ospitato oggi anche i prototipi della MotoGP, per una battaglia a suon di millesimi che ha riservato non poche sorprese.

I TEAM SBK IN PISTA Per quanto riguarda le SBK, oltre al sempre presente KRT con Jonathan Rea e Tom Sykes oggi sono arrivati anche i reparti corse ufficiali della Ducati (oltre a quello privato del team Barni con Xavi Forès), della Yamaha e della Honda. Il team Aruba.it ha schierato i titolari Chaz Davies e Marco Melandri assieme al tester (nonché Campione del Mondo della Superstock 1000) Michael Ruben Rinaldi, mentre il team PATA della Casa dei Tre Diapason è sceso in pista con Alex Lowes, Michael Van der Mark e il collaudatore Niccolò Canepa. La Casa dell'Ala Dorata, invece, si è fatta trovare pronta con la new entry Leon Camier, al debutto sulla Fireblade SP2. Presenti, infine, due piloti del BSB: stiamo parlando di Dan Linfoot e di Jason O'Halloran, tra i cordoli con le Honda CBR1000RR dotate delle specifiche previste per il Campionato inglese.

I TEAM MOTOGP IN PISTA Le squadre della MotoGP attive oggi a Jerez, invece, sono state solo alcune di quelle viste negli scorsi test ufficiali di Valencia. Presenti innanzitutto i due titolari del team Honda LCR, Cal Crutchlow e Takaaki Nakagami, così come il duo Morbidelli – Takahashi per il team Estrella Galicia 0,0 Marc VDS (con il giapponese in sostituzione dell'infortunato Thomas Luthi e affiancato, in via eccezionale, anche da Alex Marquez). Per quanto riguarda la Ducati, in prima linea il team ufficiale con Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo ma anche quello privato Avintia Racing con Tito Rabat e Xavier Simeon. Hanno timbrato, infine, il cartellino anche la Suzuki (con Iannone e Guintoli, ai quali si aggiungerà domani Rins), il team ufficiale KTM (con Pol Espargarò e Bradley Smith) e quello Aprilia, nel quale oltre a Redding e Aleix Espargarò si è aggiunto anche Eugene Laverty.

IANNONE DAVANTI A TUTTI Aveva già fatto vedere degli ampi margini di miglioramento nell'ultimo round di Valencia della stagione appena conclusa, così come nel secondo giorno di test ufficiali sul Ricardo Tormo. E oggi, finalmente, è riuscito a centrare la posizione per la quale ha lavorato per un'intero Campionato: stiamo parlando di Andrea Iannone, capace di portare la sua Suzuki GSX-RR in vetta con un tempo di 1'38''280, con il quale ha tenuto a bada per soli 57 millesimi l'inglese Cal Crutchlow. Terzo e quarto crono per le due Desmosedici ufficiali di Dovizioso e Lorenzo, staccati di poco più di un decimo rispetto al battistrada e che hanno preceduto la sorprendente KTM di Pol Espargarò, il quale ha accusato solamente 362 millesimi di margine dalla testa della classifica.

SYKES MEGLIO DI REA Con le prime cinque posizioni dominate interamente da ben quattro prototipi differenti della MotoGP, la migliore delle SBK si è dimostrata essere... esatto, la Kawasaki, ma non quella di Jonathan Rea! Il Cannibale, stavolta, ha dovuto cedere il passo al suo compagno di squadra Tom Sykes, autore di un 1'38''735 con il quale ha pagato solamente 455 millesimi di svantaggio rispetto al best time di Iannone. Johnny, invece, ha accusato tre decimi rispetto a Mr. Superpole, con Tito Rabat in mezzo a loro al suo secondo test in sella alla GP17 del team Avintia. Hanno completato, infine, la top ten Bradley Smith e Scott Redding.

DAVIES, QUANTA PAURA! A seguire si è classificato con l'11esimo tempo il giapponese Takaaki Nakagami con la seconda RC213V del team LCR, il quale ha preceduto la migliore delle Ducati SBK di Marco Melandri e la più rapida delle Yamaha R1 di Alex Lowes. Quattordicesimo tempo per il nostro Franco Morbidelli, che ha continuato a prendere le misure alla sua Honda del team Marc VDS e che è stato in grado di mettersi dietro la GSX-RR di Guintoli (oggi in veste di tester della Casa di Hamamatsu) e la RS-GP di Eugene Laverty, anche lui collaudatore d'eccezione in questa prima giornata. Lo hanno seguito Xavi Forès e Michael Van der Mark, mentre Chaz Davies non ha fatto meglio del 19esimo crono assoluto: il gallese del team Aruba.it, infatti, è stato l'infelice protagonista di un dritto in curva 1, causato dall'incapacità di tenere in traiettoria la sua Panigale R dopo una staccata furibonda. Così facendo il numero 7 di Borgo Panigale è finito contro gli air-fence in un botto veramente impressionante, in seguito al quale è stato portato al centro medico dove, in ultimo, ha accusato solamente un grande dolore al ginocchio che, in teoria, non dovrebbe impedirgli di partecipare alla seconda giornata di test prevista per domani.

LA CLASSIFICA COMBINATA Qua di seguito la classifica finale della prima giornata combinata di test SBK e MotoGP sul circuito di Jerez de la Frontera.

PILOTA CATEGORIA MOTO TEMPO GAP
1. Andrea Iannone MotoGP Suzuki 1'38''280  
2. Cal Crutchlow MotoGP Honda 1'38''337 +0.057
3. Andrea Dovizioso MotoGP Ducati 1'38''398 +0.118
4. Jorge Lorenzo MotoGP Ducati 1'38''418 +0.138
5. Pol Espargarò MotoGP KTM 1'38''642 +0.362
6. Tom Sykes SBK Kawasaki 1'38''735 +0.455
7. Tito Rabat MotoGP Ducati 1'38''854 +0.574
8. Jonathan Rea SBK Kawasaki 1'39''050 +0.770
9. Bradley Smith MotoGP KTM 1'39''353 +1.073
10. Scott Redding MotoGP Aprilia 1'39''372 +1.092
11. Takaaki Nakagami MotoGP Honda 1'39''584 +1.304
12. Marco Melandri SBK Ducati 1'39''715 +1.435
13. Alex Lowes SBK Yamaha 1'39''715 +1.435
14. Franco Morbidelli MotoGP Honda 1'39''740 +1.460
15. Sylvain Guintoli MotoGP Suzuki 1'39''763 +1.483
16. Eugene Laverty MotoGP Aprilia 1'39''995 +1.715
17. Xavi Forès SBK Ducati 1'40''542 +2.262
18. Michael Van der Mark SBK Yamaha 1'40''573 +2.293
19. Chaz Davies SBK Ducati 1'40''630 +2.350
20. Leon Camier SBK Honda 1'40''856 +2.576
21. Xavier Simeon MotoGP Ducati 1'40''891 +2.611
22. Takumi Takahashi MotoGP Honda 1'41''089 +2.809
23. Niccolò Canepa SBK Yamaha 1'41''294 +3.014
24. Michael Ruben Rinaldi SBK Ducati 1'41''374 +3.094
25. Alex Marquez MotoGP Honda 1'41''750 +3.470
26. Dan Linfoot BSB Honda 1'41''955 +3.675
27. Jason O'Halloran BSB Honda 1'42''816 +4.536

TAGS: superbike motogp sbk jorge lorenzo marco melandri andrea dovizioso cal crutchlow chaz davies andrea iannone jonathan rea tom sykes test motogp test jerez sbk 2017 test jerez motogp 2017 motogp 2018 superbike 2018 sbk 2018 test motogp 2018 test sbk test superbike test sbk 2018 test superbike 2018 test jerez sbk 2017 day 3