Autore:
Federico Maffioli

SUPERPOLE Jonathan Rea sul “bagnasciuga”  di Magny Cours sigla il miglior crono delle qualifiche e conquista la sua prima pole del 2016 rifilando ben 712 millesimi al compagno di squadra Tom Sykes, secondo davanti alla Ducati di Chaz Davies, terzo a ben 1.2 secondi da Campione del Mondo in carica sulla Kawasaki. Il pilota di casa Sylvain Guintoli apre la seconda fila con la quarta posizione davanti ad un Leon Camier, quinto e in splendida forma con la Mv Agusta. Sesto tempo, invece per il primo dei piloti ufficiali Honda Michael van der Mark, davanti al compagno di squadra Nicky Hayden settimo. Terza fila anche per Lorenzo Savadori su Aprilia, ottavo, e Matthieu Lagrive sulla Kawasaki del Team Pedercini al posto di West, autore del miglior  tempo della Superpole 1. Chiudono la lista dei dodici impegnati nella superpole 2 i piloti in quarta fila Xavi Fores, decimo, Alex Lowes, undicesimo e Jordi Torres dodicesimo.

COLPO DI GENIO Chaz Davies vince gara uno dopo ventuno giri tutti in rimonta e gli ultimi in fuga. Prima della partenza l’inglese in sella alla Ducati ufficiale sceglie di montare le gomme intermedie, in controtendenza agli altri piloti che montano le rain o un mix tra intermedie al posteriore e rain anteriore. Alla fine la scelta paga e Davies salta il cambio gomme ai box sfruttando le condizioni della pista che migliorano molto velocemente e passa primo sotto la bandiera a scacchi, davanti a Michael van der Mark secondo e Tom Sykes terzo. Sia il pilota Honda sia l’ufficiale Kawasaki hanno invece cambiato le gomme e risalito la corrente con le gomme slick. Quarto tempo invece per Jonathan Rea, autore di una gara tutta in difesa, studiata più sul compagno di squadra che sul resto dei piloti.

FINO ALL’ULTIMO Lorenzo Savadori chiude in quinta posizione gara uno senza aver mai cambiato gomme e aver fatto ventuno giri con le rain. Stessa strategia per Leon Camier, che ha condotto la gara fino a quando non ha dovuto cedere il passo al pilota Aprilia prima e a tutti gli altri con gomme nuove dopo, passando settimo sotto la bandiera a scacchi. Da sottolineare anche l’ottima prestazione di Matthieu Lagrive in sella alla Kawasaki del Team Pedercini al posto di West, che ha chiuso sesto gara proprio davanti all’inglese della MV.

TOP TEN Chiudono la top ten di gara uno Xavi Fores ottavo, Sylvain Guintoli nono e Alex De Angelis decimo. Non si schiera in griglia di partenza, invece, Davide Giugliano per problemi fisici dovuto alla recente caduta del round tedesco.

COSI AL TRAGUARDO Questo l’ordine di arrivo in gara uno a Magny Cours in Francia: 1) Chaz Davies, Ducati; 2) Michael van der Mark, Honda; 3) Tom Sykes, Kawasaki; 4) Jonathan Rea, Kawasaki; 5) ; Lorenzo Savadori, Aprilia; 6) Matthieu Lagrive, Kawasaki; 7) Leon Camier, Mv Agusta; 8) Xavi Fores, Ducati; 9) Sylvain Guintoli, Yamaha; 10) Alex De Angelis, Aprilia; 11) Alex Lowes, Yamaha; 12) Joshua Brookes, Bmw; 13) Roman Ramos, Kawasaki; 14) Jordi Torres, Bmw; 15) Luca Scassa, Ducati; 16) Karel Abraham, Bmw; 17) Markus Reiterberger, Bmw; 18) Saeed Al Sulaiti, Kawasaki; 19) Peter Sebestyen, Bmw; 20) Matthieu Lussiana, Bmw; 21) Gianluca Vizziello, Kawasaki; 22) A. Plancassagne, Yamaha,. NON CLASSIFICATI: Imrè Toth, Yamaha; Nicky Hayden, Honda; Dominic Schmitter, Kawasaki. NON PARTITI: Davide Giugliano, Ducati.


TAGS: chaz davies Sylvain Guintoli jonathan rea tom sykes Michael Van Der Mark leon camier alex de angelis lorenzo savadori xavi fores superbike magny cours gara 1 2016 magny cours gara 1 sbk pole francia sbk 2016 magny cours pole 2016 risultati gara 1 francia 2016 griglia sbk francia 2016 matthieu Lagrive