SUPERPOLE Tom Sykes ancora una volta c’entra la pole e con il tempo di 1.22.155 si schiera sulla prima casella davanti al compagno di squadra Jonathan Rea, secondo a 55 millesimi dalla Kawasaki numero 66. Al fianco delle due verdi ufficiali c’è Davide Giugliano che chiude la prima fila dopo un’ottima Superpole conclusa terzo a 324 millesimi dal miglior crono di giornata e davanti al compagno di squadra Chaz Davies, quarto. Quinto posto, a sorpresa, per l’esordiente qui a Laguna Seca Xavi Fores sulla Ducati del Team Barni, che parte dalla seconda fila davanti al padrone di casa Nicky Hayden sesto. Jordi Torres, settimo, apre la terza fila al fianco di un altro esordiente su questa pista Lorenzo Savadori, ottavo e a Niccolo Canepa nono sulla Yamaha ufficiale lasciata libera da  Sylvain Guintoli fermo a causa dell’infortunio ad Imola. L’altro pilota Yamaha Alex Lowes apre la quarta fila con il decimo miglior tempo di oggi, davanti a Michael van der Mark, undicesimo e Leon Camier dodicesimo con la MV Agusta.

PRIMO SUCCESSO Dopo un’ottima partenza e una gara praticamente sempre al comando Jonathan Rea vince gara 1 e centra il suo primo successo in carriera su questo tracciato. Secondo posto per il suo compagno di squadra Tom Sykes che prova ad impensierire la Kawasaki numero uno, ma senza successo.

NULLA DI FATTO Chad Davies prima e Davide Giugliano poi cadono in gara uno vanificando quello che in potenza poteva essere un’ottima gara. Partono bene entrambi con l’inglese in sella alla Ducati ufficiale subito protagonista nel gruppetto dei tre leader di gara. Stessa sorte per l’italiano costretto al ritiro dopo una caduta mentre era in terza posizione vicino alle due Kawasaki ufficiali.

SUL PODIO Nicky Hayden chiude terzo gara uno centrando il podio nella gara di casa, davanti al compagno di squadra Michael van der Mark, quarto dopo una bella rimonta. Subito dietro la Yamaha di Alex Lowes, quinto e protagonista di quella che per il momento è la sua gara migliore dell’anno. Lorenzo Savadori passa sesto sotto la bandiera a scacchi a chiudere il gruppetto dei quattro piloti in lotta per la terza posizione.

SPAGNA ITALIA A chiudere le prime diedi posizioni di gara 1 ci sono due spagnoli e due italiani. Xavi Fores taglia settimo il traguardo sulla Panigale R gestita dal team Barni, davanti al connazionale Jordi Torres, ottavo sulla Bmw del Team Althea. Nono posto, invece, per Alex De Angelis su Aprilia che chiude gara uno davanti alla Yamaha ufficiale di Niccolò Canepa decimo.

COSI AL TRAGUARDO Questo l’ordine di arrivo in gara uno a Laguna Seca: 1) Jonathan Rea, Kawasaki; 2) Tom Sykes, Kawasaki; 3) Nicky Hayden, Honda; 4) Michael van der Mark, Honda; 5) Alex Lowes, Yamaha; 6) Lorenzo Savadori, Aprilia; 7) Xavi Fores, Ducati; 8) Jordi Torres, Bmw; 9) Alex De Angelis, Aprilia; 10) Niccolò Canepa, Yamaha; 11) Leon Camier, Mv Agusta; 12) Anthony West, Kawasaki; 13) Joshua Brookes, Bmw; 14) Karel Abraham, Bmw; 15) Roman Ramos, Kawasaki; 16) Dominic Schmitter, Kawasaki; 17) Peter Sebestyen, Bmw; 18) Pawel Szkopek, Bmw. NON CLASSIFICATI: Gianluca Vizziello. RITIRATI: Saeed Al Sulaiti, Davide Giugliano, Raffaele De Rosa, Chaz Davies


TAGS: nicky hayden superbike 2016 alex lowes jonathan rea tom sykes Michael Van Der Mark jordi torres alex de angelis lorenzo savadori xavi fores niccolo canepa superbike laguna seca 2016 gara uno superbike laguna seca 2016 superpole laguna seca 2016 risultati gara uno sbk laguna seca 2016