Autore:
Giulio Scrinzi

PAURA IN CURVA 1 Due giorni fa i team della Superbike impegnati sul circuito di Jerez de la Frontera per i primi test pre-stagionali in vista del 2018 sono stati raggiunti da alcune squadre della MotoGP, con le quali sono iniziate le tradizionali prove combinate tra le due categorie. Sul finire della giornata, però, in curva 1 i tecnici del team Aruba.it Racing Ducati sono rimasti ammutoliti, a causa del dritto del loro pilota di punta Chaz Davies finito, alla fine, contro le barriere di protezione.

PROBLEMA AI FRENI O SFOLLATA? Il ducatista, infatti, non è riuscito a fermare la sua Panigale R ed è stato costretto ad andare dritto, centrando in ultimo gli air-fence in un botto veramente impressionante che, in un primo momento, ha fatto temere il peggio. La causa di questo crash? Inizialmente si pensava a un problema ai freni, ma poi il reparto corse di Borgo Panigale ha spiegato che la dinamica di questo incidente è stata dovuta a una “sfollata” che ha impedito a Chaz di rallentare la sua andatura e di rimanere in traiettoria.Secondo i dati telemetrici la pressione sulla leva del cambio è stata inferiore al necessario, ecco perchè la marcia non è entrata”, queste le parole di Serafino Foti, team manager del team Aruba.it.

GINOCCHIO E POLSO KO Nell'impatto, Chaz ha dovuto lanciarsi dalla sella della sua Panigale per evitare delle conseguenze ancora maggiori rispetto a quelle realmente patite, vale a dire un trauma distorsivo del legamento collaterale mediale e crociato anteriore del ginocchio destro, con annessa contusione ossea, oltre che ad un trauma contusivo al polso sinistro. Questo gli ha impedito di proseguire il programma di lavoro sul circuito di Jerez, obbligandolo a un ritorno a casa dove inizierà un programma di fisioterapia e riabilitazione.

CHAZ DAVIES Ma sentiamo il commento di Davies sull'accaduto: “Sfortunatamente una caduta nella prima giornata di prove ci ha impedito di svolgere la maggior parte del programma previsto. Ora osserverò qualche giorno di riposo assoluto per ridurre l’infiammazione e lunedì visiterò un fisioterapista sportivo per valutare un programma di recupero. È la prima volta che riporto un infortunio al ginocchio, dobbiamo solo avere pazienza ma credo che potrò ricominciare ad allenarmi nel giro di poche settimane”.


TAGS: superbike sbk chaz davies Aruba.it Racing Ducati test jerez sbk 2017 superbike 2018 sbk 2018 test sbk test superbike test sbk 2018 test superbike 2018