Autore:
Giulio Scrinzi

CANTO DEL CIGNO La stagione 2018 della SBK sarà l’ultima in cui vedremo in griglia di partenza lo storico bicilindrico prodotto a Borgo Panigale. Dal 2019, infatti, Ducati schiererà quella nuova Panigale V4 che già da quest’anno esordirà nella categoria STK 1000 e che manderà definitivamente in pensione l’attuale Panigale R, che nella sua ultima evoluzione è stata presentata oggi presso la nuova sede a Ponte San Pietro (Bergamo) dello sponsor Aruba.it.

POCHE NOVITÀ Rispetto al 2017, le novità che il team Aruba.it porterà in pista si contano sulle dita di una mano: la moto, infatti, è sempre la solita Panigale R vestita di rosso e nero, mentre i piloti sono i confermati Chaz Davies e Marco Melandri. La vera sorpresa, invece, sarà la presenza in griglia di una terza Rossa, quella dello Junior Team (comunque in specifica SBK) che sarà affidata al giovane Michael Ruben Rinaldi vincitore lo scorso anno della STK 1000.

IN LOTTA CON LA KAWASAKI Come e più dello scorso anno, anche l’ambizione del reparto corse di Borgo Panigale sarà sempre la stessa, come sottolineata dal direttore tecnico Luigi Dall’Igna.Dopo tanti secondi posti vorremmo fare un passo in avanti, lottare con la Kawasaki, batterla e portare a casa il Titolo. Il nuovo regolamento è arrivato tardi, la riduzione dei giri motore penalizza più noi dei concorrenti ma stiamo correndo ai ripari. Non abbiamo ancora messo in pista tutte le novità, saranno fondamentali gli ultimi test di Phillip Island prima dell’inizio del Mondiale”.

PAROLA AI PILOTI Alla presentazione, ovviamente, erano schierati in prima linea i tre piloti ufficiali Ducati. In primis Chaz Davies, portabandiera del team Aruba.it ancora convalescente per l’infortunio rimediato nei test di Jerez di fine novembre 2017. “Ho un legamento del ginocchio lesionato, è un recupero lungo ma quando si abbasserà la visiera della prima gara sarò prontissimo. Corro da cinque stagioni con questa moto, mi dispiacerà un pò mandarla in pensione, ma la V4 sarà un grande passo in avanti per Ducati, sarà eccitante per tutti. Adesso siamo concentrati solo sulla due cilindri”. Presente anche Marco Melandri, il quale ha affermato che “l’anno scorso è stato eccezionale perché tornavo dopo un periodo di lungo stop. Ora ho più esperienza, alle spalle ho una grande squadra e un’azienda forte. Parto con una mentalità diversa, non vedo ora di andare in Australia”. Infine, ecco il commento di Michael Ruben Rinaldi, all’esordio in SBK nei round europei a partire da quello di Aragon (14-15 aprile): “E’ emozionante aver guadagnato la promozione nella squadra ufficiale Superbike, vado in pista per dare tutto e sarò contento se a fine gara sentirò di aver dato il massimo. Il sogno? In qualche occasione mi piacerebbe mettere le ruote davanti a Chaz e Marco”.


TAGS: superbike sbk marco melandri chaz davies Aruba.it Racing Ducati superbike 2018 sbk 2018 michael ruben rinaldi michael ruben rinaldi 2018 aruba.it racing ducati 2018 marco melandri 2018 chaz davies 2018