Autore:
Federico Maffioli

MR POLE E’ TORNATO Tom Sykes parte dalla prima casella, miglior tempo in Superpole 2 e crono record di 1.30.020. Insomma, con le gomme da tempo, nel giro secco delle qualifiche è sempre il pilota inglese a essere il riferimento. Seconda posizione per Davide Giugliano con Jonathan Rea, che chiude la prima fila con il tempo di 1.30.170.

STARTING GRID Sylvain Guintoli, che aveva sorpreso nelle libere, conquista con la sua Yamaha ufficiale il quarto tempo e divide la seconda fila con il suo compagno di squadra Alex Lowes, quinto, e il giovane pilota Honda Michael van der Mark, sesto. Settima casella per Nicky Hayden affiancato dall’ottavo tempo di Lorenzo Savadori, a soli 6 decimi dal best lap di Sykes. Quarta fila per Leon Camier e la sua MV Agusta, decimo, con al fianco entrambi i piloti del team Althea Bmw Markus Reiterberger undicesimo e Jordi Torres dodicesimo. Tredicesima posizione per Xavi Fores, seguito da Brookes, Barrier, Abraham, Ramos, De Angelis, Schmitter, Al Sulaiti, Jones, Sebestyen, Toth e Razgatlioglu, in ventiquattresima posizione.

RICREAZIONE FINITA Jonathan Rea non ha fatto il miglior tempo nelle qualifiche, ma ricomincia da dove aveva lasciato: vince gara uno e riprende da leader in classifica. Appena spenti i semafori, alla prima curva il Campione in carica si mette davanti a tutti e li resta praticamente per tutta Gara 1. Il compagno di squadra Sykes ci prova, nel gruppo degli otto inseguitori racchiusi in pochi decimi, ma niente da fare. Rea è tornato e mette subito in chiaro quali siano i suoi obiettivi!

SORRISO A DENTI STRETTI Tom Sykes non fa in tempo a godersi il momento della Superpole, festeggiato con la premiazione di Troy Bayliss ed un sorriso a trentadue denti. Il pilota inglese, partito molto bene, lotta con Rea nei primi sette giri, poi deve cedere il passo ai due ducatisti Giugliano e Davies e al giovane Michael van der Mark. L’ex Campione 2013 taglia il traguardo in quinta posizione, meno sorridente rispetto a qualche ora prima e a tre secondi e mezzo dal compagno di squadra.

FINO ALLA FINE Chaz Davies arriva invece in seconda posizione. Parte bene e dalla nona casella, in tre giri, è già li davanti a lottare come un leone per il podio. Si alterna con il suo compagno di squadra Davide Giugliano, battaglia con van der Mark e alla fine per un soffio non porta a casa la vittoria, staccato soli 63 millesimi dal primo. Peccato che negli ultimi giri perda il feeling sulla ruota anteriore ma ha le carte in regola per fare bene in gara due! Lotta fino alla fine anche l’altro pilota Ducati, Davide Giugliano, che taglia il traguardo nel gruppetto dei quattro più veloci, a meno di due decimi dal terzo classificato, van der Mark, al suo quarto podio in carriera.

PASSI IN AVANTI Il francese Sylvain Guintoli, dopo l’ottimo tempo nelle libere del venerdi e la quarta casella in griglia di partenza, chiude gara 1 in sesta posizione, con il compagno di squadra Lowes costretto al ritiro per una caduta a metà gara. Rimane comunque l’impressione che il team Yamaha stia facendo veloci passi in avanti e che presto lo vedremo lottare per il primo gradino del podio.

ORDINE DI ARRIVO Questo l’ordine di arrivo di gara 1 a Phillip Island: 1) Jonathan Rea, Kawasaki 2) Chaz Davies, Ducati 3 )Michael van der Mark, Honda 4) Davide Giugliano, Ducati 5) Tom Sykes, Kawasaki 6) Sylvain Guintoli, Yamaha 7) Leon Camier, MV Agusta 8) Jordi Torres, BMW 9) Nicky Hayden, Honda 10) Joshua Brookes, BMW 11) Roman Ramos, Kawasaki 12) Lorenzo Savadori, Aprilia 13) Karel Abraham, BMW 14) M. Jones, Ducati 15) Silvain Barrier, Kawasaki 16) Dominic Schmitter, Kawasaki 17) Saeed Al Sulaiti, Kawasaki 18) Péter Sebesyén, Yamaha 19) Imre Toth, Yamaha. Ritirati: A. De Angelis, X. Fores, A. Lowes, M. Reiterberger.

TUTTI PRONTI PER GARA DUE Il round australiano, prima tappa del Mondiale Superbike, si concluderà questa notte con la partenza di gara 2. Appuntamento in diretta alle 5:00 di domenica mattina sulle reti Mediaset Italia 1 e Italia 2 e su Eurosport. L’evento sarà anche trasmesso in differita alle 14:00 di domenica su Italia 1 e alle 23 su Eurosport 2


TAGS: yamaha honda bmw aprilia mv agusta nicky hayden chaz davies Sylvain Guintoli superbike 2016 Davide Giugliano alex lowes jonathan rea tom sykes Michael Van Der Mark jordi torres Markus Reiterberger leon camier karel abraham joshua brookes alex de angelis lorenzo savadori Saeed Al Sulaiti imre toth xavi fores Roman Ramos Alvaro althea bmw racing superbike australia Péter Sebesyén kawasaki krt kawasaki team superbike gara 1 phillip island risultati superbike gara 1 phillip island