Autore:
Federico Maffioli

SUPERPOLE Il copione non si è smentito e Tom Sykes, alias Mr Pole, conquista la prima casella in griglia di partenza con il crono di 1.49.374. Se non sorprende il pilota Kawasaki, stupisce invece l’ottimo passo in avanti fatto in superpole dalle Yamaha di Sylvain Guintoli e Alex Lowes, rispettivamente sulla seconda e terza casella. Il primo della seconda file, invece è Chaz Davies, che prende mezzo secondo da Sykes sul giro secco. Quinto l’altro pilota Kawasaki, Jonathan Rea che precede Davide giuliano in sesta posizione. Bene per l’alfiere MV Agusta Leon Camier settimo, che chiude la lista dei piloti a meno di un secondo dal poleman di oggi. Ottava casella in griglia per il pilota di casa  Jordi Torres e la sua Bmw del Theam Althea, davanti alla Ducati 1199 Panigale R di Xavi Fores, nono, e alla Honda ufficiale di Nicky Hayden in decima posizione. Subito dietro l’olandese Michael van der Mark e Lorenzo Savadori, rispettivamente undicesimo e dodicesimo nello schieramento di partenza.

PERENTORIO Era nell’aria, la sua Ducati è competitiva e lui ama questa pista. Chaz Davies vince gara uno dopo una gara in cui solo la partenza non è stata perfetta. Il vice Campione del Mondo 2015 recupera subito le prime posizioni, nell’arco di tre giri si mette davanti a tutti e vola in fuga fino alla bandiera a scacchi.

DANNI CONTENUTI Dopo la Superpole sembrava che Jonathan Rea non fosse particolarmente competitivo oggi. Invece, il Campione del Mondo in carica tira la sua ennesima zampata e conquista il secondo gradino del podio a 4.168 secondi dal primo. All’arrivo si dichiara soddisfatto e afferma che la Ducati numero 7 qui è imprendibile. Vedremo domani se anche i tecnici Kawasaki faranno quello step in avanti che è riuscito al box Ducati tra venerdì e sabato.

SWITCH OFF Tom Sykes chiude in terza posizione, ma l’impressione è che abbia un po’ spento quella voglia di stare li davanti che aveva dimostrato in Superpole 2 oggi e nella battaglia con il compagno di squadra fatta in Thailandia. La Kawasaki numero 66 parte molto bene e chiude i primi tre giri in testa, poi arriva il missile Davies e a metà gara Rea che lo passa senza troppi problemi. Speravamo di vederlo un po’ più battagliero.

CASA DOLCE CASA Molto bene per il pilota di casa Xavi Fores e la Ducati del Team Barni Racing. Lo spagnolo chiude in quarta posizione davanti alla 1199 Panigale ufficiale di Davide Giugliano che finisce gara 1 in quinta posizione alle prese con problemi di trazione sul posteriore della sua moto.

PICCOLI PASSI L’americano Nicky Hayden chiude sesto e è l’unica Honda a tagliare il traguardo dopo la caduta nel quarto giro del suo compagno di squadra Michael van der Mark.  In settima posizione a meno di un secondo dall’ex iridato MotoGP c’è Jordi Torres, portacolori del Team Althea Bmw racing insieme a Markus Reiterberger, che passa quattordicesimo sotto la bandiera a scacchi.

IN COPPIA Dopo l’ottima prestazione in Superpole 2 in tanti si aspettavano di vedere una Yamaha più competitiva, ma non è stato così, con Alex Lowes e Sylvain Guintoli che chiudono rispettivamente in ottava e nona posizione. Il francese campione del Mondo 2014 dopo l’ottima partenza e i primi tre giri in fuga dietro a Sykes non è riuscito a concretizzare un buon piazzamento in gara. Vedremo se tra sabato e domenica ci sarà il team lavorando replicherà la sorpresa della Superpole. Arrivo in coppia anche per i due piloti Aprilia del Team Iodaracing Lorenzo Savadori e Alex De Angelis, rispettivamente decimo e undicesimo in gara 1.

COSI AL TRAGUARDO Questa la classifica completa di Gara 1 del GP d’Aragon 2016:1) Chaz Davies, Ducati; 2) Jonatha Rea, Kawasaki 3) Tom Sykes, Kawasaki; 4) Xavi Fores, Ducati; 5)Davide Giugliano, Ducati; 6) Nicky Hayden, Honda; 7) Jordi Torres, Bmw: 8) Alex Lowes, Yamaha; 9) Sylvain Guintoli, Yamaha; 10) Lorenzo Savadori, Aprilia; 11) Alex De Angelis, Aprilia; 12) Roman Ramos, Kawasaki; 13) Joshua Brookes, Bmw; 14) Markus Reiterberger, Bmw; 15) Karel Abraham, Bmw 16) Sylvain Barrier, Kawasaki; 17) Matthieu Lussiana, Bmw; 18) Dominic Schmitter, Kawasaki; 19) Peter Sebestyen, Yamaha; 20) Imre Toth, Yamaha. Ritirati: Saeed Al Sulaiti, Kawasaki; Matteo Baiocco, Ducati; Josh Hook, Kawasaki; Leon Camier, MV Agusta; Michael van der Mark, Honda.


TAGS: nicky hayden chaz davies Sylvain Guintoli superbike 2016 Davide Giugliano alex lowes jonathan rea tom sykes Michael Van Der Mark jordi torres Markus Reiterberger leon camier karel abraham alex de angelis lorenzo savadori sylvain barrier Saeed Al Sulaiti imre toth xavi fores Dominic Schmitter Josh Hook Peter Sebestyen joshua hook Roman Ramos matteo baiocco gp aragon superbike 2016 aragon gara 1 aragon 2016 classifica gara 1 Aragon 2016 Matthieu Lussiana