GRAN PREMIO DEL QATAR

2-4 novembre 2017

LOSAIL INTERNATIONAL CIRCUIT DOHA, QATAR

RECORD: 1'56''356 (Jonathan Rea, KRT, 2016)

Come l'anno scorso, anche quest'anno il Mondiale Superbike è cominciato con il tradizionale appuntamento di Phillip Island... e termina con l'altrettanto classico round di Losail, circuito situato in mezzo al deserto del Qatar vicino alla capitale Doha. Inaugurato nel 2004 con una gara della MotoGP vinta da Sete Gibernau, è entrato a far parte del calendario delle derivate dalla serie l'anno successivo fino al 2009, per poi tornare in pianta stabile dal 2014 fino ai giorni nostri. Lungo 5,380 km con 16 curve in totale (delle quali 10 a destra e sei a sinistra) e con la casella della pole position situata sulla destra dello schieramento, è unico nel suo genere per il fatto che è possibile corrervi di notte grazie ad un potente quanto costoso impianto di illuminazione. La prima gara disputatasi sotto il cielo stellato del Qatar, per l'appunto, è stata l'edizione 2008 della MotoGP.

Ecco l'ultimo momento della stagione dedicato alle statistiche: qua in Qatar Ducati detiene il maggior numero di podi, ben dodici, dei quali uno solo è una vittoria (quella di Troy Bayliss in Gara 1 nel 2008). Fino ad oggi Losail ha incoronato undici vincitori diversi in 16 gare complessive che si sono disputate, una similarità che si ripete andando a guardare i sette piloti diversi ad ottenere la pole position: l'unico partito due volte dalla casella numero 1, infatti, è Troy Corser (2007-2008). E mentre il nostro Max Biaggi è l'autore del maggior numero di podi (sei, dal 2007 al 2009), solamente tre top rider sono riusciti a segnare una doppietta in Qatar: Ben Spies nel 2009, Sylvain Guintoli nel 2014 e Chaz Davies l'anno scorso.


TAGS: superbike 2017 sbk 2017 superbike qatar 2017 sbk qatar 2017