Autore:
Giulio Scrinzi

VITTORIA A TUTTI I COSTI Dopo che lo “scivolone” di ieri ha reso praticamente vana la vittoria nella tappa d’esordio, Sam Sunderland era chiamato oggi a una prova di forza per far valere il numero 1 stampato sul cupolino della sua KTM 450 Rally. E grazie a una gestione perfetta del terzo stage, composto da 504 km complessivi dei quali 296 di prova speciale, il britannico del team di Mattighofen ha sbaragliato la concorrenza. Sembrava che solo Pablo Quintanilla, al comando fino al Way Point 7, potesse contrastarlo, ma alla fine Sunderland ha dato la zampata finale ed è arrivato al bivacco di San Juan de Marcona con un vantaggio di oltre 3 minuti sul cileno, diventati 4’38’’ nella classifica generale.

PER UNA CURVA A SINISTRA… Chi, invece, si è letteralmente “perso” tra le dune e la sabbia del deserto peruviano è il vincitore della tappa di ieri: Joan Barreda, infatti, ha mancato una curva a sinistra durante il finale del tratto cronometrato, finendo fuori rotta e perdendo diversi minuti preziosi sul battistrada Sunderland. Quando ha capito l’errore ha fatto marcia indietro ed è tornato sulla retta via, pagando però al traguardo un margine di ben 22’45’’, che lo ha fatto scivolare al di fuori della top ten. Stesso discorso per Xavier de Soultrait, che per fortuna si è accorto prima dello sbaglio trovandosi al bivacco finale con un distacco di “soli” 11’52’’.

RISALENDO LA CHINA Dietro a Sunderland è riuscito a recuperare parte dello svantaggio accumulato nella tappa di ieri l’argentino Kevin Benavides, che ora si ritrova in seconda posizione davanti a Pablo Quintanilla e… all’australiano Toby Price, oggi terzo al traguardo e che poco a poco sta risalendo verso le posizioni che contano. Ha vissuto una buona giornata anche Ricky Brabec, quinto e capace di fare meglio del secondo pilota ufficiale del team KTM Matthias Walkner, solamente sesto nella generale e con 8’50’’ da recuperare sul suo compagno di squadra. Male gli altri due portacolori del team Yamaha, con un Adrien van Beveren settimo e un Franco Caimi solamente decimo, separati dalla KTM di Antoine Meo e dalla Honda di Michael Metge. Per quanto riguarda gli italiani, il migliore rimane sempre il nostro Alessandro Botturi, che però si trova solamente 23esimo nella classifica finale di questa terza tappa della Dakar 2018.

CLASSIFICA GENERALE Qua di seguito la classifica generale aggiornata alla terza tappa della Dakar 2018.

PILOTA MOTO TEMPO
1. Sam Sunderland KTM 6.44'23''
2. Kevin Benavides Honda +4'38''
3. Pablo Quintanilla Husqvarna +5'00''
4. Toby Price KTM +7'28''
5. Ricky Brabec Honda +8'00''
6. Matthias Walkner KTM +8'50''
7. Adrien van Beveren Yamaha +10'37''
8. Antoine Meo KTM +10'54''
9. Michael Metge Honda +11'32''
10. Franco Caimi Yamaha +13'02''

TAGS: dakar dakar 2018 dakar 2018 sam sunderland dakar 2018 adrien van beveren dakar 2018 pablo quintanilla dakar 2018 joan barreda dakar 2018 matthias walkner dakar 2018 terza tappa dakar 2018 tappa 3 dakar 2018 kevin benavides