SUL FILO DEL RASOIO

Da un grande potere derivano grandi responsabilità: lo sa bene Andrea Dovizioso, che quest’anno dovrà arrampicarsi come Spiderman sugli specchi pur di riconquistare il terreno perduto durante il 2015. Eh sì, perché il compagno di squadra Iannone va molto più veloce di lui e non ha paura di misurarsi con i big four. E poi c'è la questione Stoner, che occhieggia alla griglia di partenza minacciando un ritorno in vesti ben più serie di quelle di wild card.

Insomma, nel 2016 a Dovizioso non manca il fiato sul collo. Dovrà impegnarsi ben di più che nello scorso campionato se spera di rientrare nelle grazie del team Ducati e saltare sul terzo gradino del podio, replicando il miglior successo della sua carriera ottenuto con Honda nel 2011.

Segui Andrea DoviziosoSito Ufficiale  Twitter  Facebook  Youtube  Instagram

STATISTICHE

Stagione Categoria Partenze Pole Team Punti Posizione
2015 MotoGP 18 0 3 2 1 Ducati 162
2014 MotoGP 18 0 1 1 1 Ducati 187
2013 MotoGP 18 0 0 0 0 Ducati 140
2012 MotoGP 18 0 0 6 0 Yamaha 218
2011 MotoGP 17 0 4 3 0 Honda 228
2010 MotoGP 18 0 3 4 1 Honda 206
2009 MotoGP 17 1 0 0 0 Honda 160
2008 MotoGP 18 0 0 1 0 Honda 174
2007 250cc 17 2 4 4 2 Honda 260
2006 250cc 16 2 5 4 2 Honda 272
2005 250cc 16 0 2 3 0 Honda 189
2004 125cc 16 5 5 1 8 Honda 293
2003 125cc 16 0 2 2 1 Honda 157
2002 125cc 16 0 0 0 0 Honda 42 16°
2001 125cc 1 0 0 0 0 Aprilia 0

TAGS: ducati motogp andrea dovizioso motogp 2016 motomondiale 2016