Autore:
Francesca Mondani

SFIDE AL DECIMO DI SECONDO Il copione si ripete, nel secondo giorno di test in Qatar: Marquez partito come un fulmine, con tempi che lo mettono da subito in lizza per il primo posto, si spalma poi disastrosamente sull’asfalto rovente della curva 1 e non va oltre un 1’56.046. Sebbene segni un miglioramento di mezzo secondo rispetto ai tempi di mercoledì, non gli consente comunque di strappare qualcosa di meglio che una 9^ posizione in classifica. Chi invece è in grado di gestire bene la velocità è, ancora una volta, l’eroe del team Suzuki Maverick Viñales: è lui a segnare il miglior crono (1’55.436), focalizzato al 100% su un’ottica di gara, mentre al testing del cambio seamless dedicherà il terzo e ultimo giorno dei test del Qatar. Good vibes anche in Ducati, dove Iannone è di nuovo il miglior pilota con un 1’55.508 che lo stacca di pochissimo dal miglior tempo di Viñales. Completa il trio di testa Jorge Lorenzo, segnando l’1’55.535. La differenza fra i migliori tre, insomma, si misura in meno di un decimo di secondo.

CADUTI IN BATTAGLIA Giornata difficile per Rossi (8° tempo) e per Crutchlow, finito in 13^ posizione dopo 50 giri senza esser riuscito a migliorare il proprio tempo di mercoledì. Michele Pirro, salito in pista per primo alle 16, è stato anche il primo a ritirarsi nei box: venuto in Qatar come sostituto dell’infortunato Danilo Petrucci lascia invece al team Octo Pramac Yakhnich ancora più lavoro da fare, con la GP15 da riparare dopo la sua caduta al 21° giro.

INCOGNITA MICHELIN In questa seconda giornata dei test del Qatar i piloti hanno dovuto testare la nuova mescola degli pneumatici Michelin. Imperturbabile come al solito Lorenzo, che ha saputo tenere tempi da gara nonostante la nuova incognita; ottime performance anche per Andrea Dovizioso e Loris Baz, che hanno inanellato il maggior numero di giri consecutivi dall’inizio dei test. Qualche problema c’è stato invece con il numero di gomme disponibili, soltanto quattro per pilota; anche Michelin evidentemente deve ancora prendere le misure con il nuovo regolamento e con il ruolo di monofornitore.

MEANWHILE, IN DORNA Ieri la FIM ha approvato alcune modifiche al regolamento MotoGP. Quella più interessante, alla luce del finale di stagione 2015, prevede che né i team né i singoli piloti possano esprimersi pubblicamente con dichiarazioni “irresponsabili, in grado di danneggiare il campionato”. Il messaggio è chiaro: pensate a guidare, non a battibeccare come suocera e nuora.

RISULTATI DAY 2 I test del Qatar termineranno oggi; la diretta sarà visibile come sempre su Sky Sport MotoGP dalle 14 alle 21. Qui sotto trovate invece i risultati completi del Day 2.

Posizione   Pilota Team Giro più veloce
1   VIÑALES, Maverick Team SUZUKI ECSTAR 1:55.436
2   IANNONE, Andrea Ducati Team 1:55.508
3   LORENZO, Jorge Movistar Yamaha MotoGP 1:55.535
4   REDDING, Scott Octo Pramac Yakhnich 1:55.677
5   BARBERA, Hector Avintia Racing 1:55.815
6   DOVIZIOSO, Andrea Ducati Team 1:55.856
7   PEDROSA, Dani Repsol Honda Team 1:55.857
8   ROSSI, Valentino Movistar Yamaha MotoGP 1:55.947
9   MARQUEZ, Marc Repsol Honda Team 1:56.046
10   ESPARGARO, Aleix Team SUZUKI ECSTAR 1:56.126
11   ESPARGARO, Pol Monster Yamaha Tech 3 1:56.173
12   BAZ, Loris Avintia Racing 1:56.427
13   CRUTCHLOW, Cal LCR Honda 1:56.584
14   HERNANDEZ, Yonny Aspar MotoGP Team 1:56.667
15   RABAT, Tito EG 0.0 Marc VDS 1:57.263
16   SMITH, Bradley Monster Yamaha Tech 3 1:57.267
17   LAVERTY, Eugene Aspar MotoGP Team 1:57.670
18   BAUTISTA, Alvaro Aprilia Racing Team Gresini 1:57.721
19   MILLER, Jack EG 0.0 Marc VDS 1:57.789
20   PIRRO, Michele Octo Pramac Yakhnich 1:58.113
21   AOYAMA, Hiroshi HRC Test Team 1:58.347
22   BRADL, Stefan Aprilia Racing Team Gresini 1:58.418

 

 


TAGS: motogp valentino rossi michelin jorge lorenzo andrea dovizioso motogp 2016 marc marquez maverick vinales andrea iannone loris baz test qatar motogp test losail motogp