Autore:
Giulio Scrinzi

DA COLLAUDATORE… Dopo una deludente stagione in Superbike con la Honda ufficiale, nel 2018 Stefan Bradl è riuscito a trovare nuovamente un posto nel Motomondiale… anche se non come pilota ufficiale. Al momento il suo ruolo, infatti, è quello di collaudatore per l’HRC, una veste che ha già interpretato portando in pista la RC213V negli scorsi test destinati ai collaudatori andati in scena dal 24 al 26 gennaio sulla pista di Sepang.

A WILD CARD Ciò che sarà chiamato a fare nel 2018, però, potrebbe andare oltre il suo semplice ruolo di tester: lo ha confermato Alberto Puig a Speedweek, affermando che “idealmente avrebbe senso inserire Stefan in qualche Gran Premio come wild card. Prima, però, bisogna vedere in quale pista gli piacerebbe correre, oltre a capire quale sarebbe il beneficio che ne trarrebbe la Honda”.

ANCORA TEST In ogni caso, per Bradl ci saranno in programma altri test durante la stagione 2018 della MotoGP: “Dobbiamo ancora discuterne, ma la nostra intenzione è organizzare delle prove a Jerez a fine marzo. Poi, eventualmente, ci saranno anche gli appuntamenti di Misano e Motegi prima dei rispettivi round iridati”.


TAGS: motogp stefan bradl motogp 2018 stefan bradl 2018 stefan bradl hrc stefan bradl hrc 2018 stefan bradl honda stefan bradl honda 2018