Autore:
Federico Maffioli

MOVISTAR GP Questo fine settimana la MotoGP si sposta ad Aragon, in Spagna, per il quattordicesimo appuntamento del 2016. Un tracciato moderno, molto tecnico caratterizzato da un mix di curve lente e veloci, soprattutto, di casa per i piloti iberici. Primo tra tutti Marc Marquez, attuale leader in Classifica generale, che ama particolarmente questa pista e che, aiutato dal favore del suo pubblico, cercherà di allungare ancora di più il vantaggio su Valentino Rossi, secondo a 43 punti di distacco. Anni Tribune amiche anche per Jorge Lorenzo, il vincitore delle ultime due gare corse ad Aragon, e Dani Pedrosa, che arriva qui dopo la fantastica vittoria nell’ultima gara di Misano. Valentino Rossi non è mai stato particolarmente competitivo su questo tracciato e qui non ha mai vinto, ma il nove volte Campione del Mondo, con cinque gare da correre e 125 punti ancora da assegnare, qui ad Aragon dovrà provare ad arrivare più avanti possibile e sperare nel potenziale delle Suzuki e delle Ducati per accorciare le distanze con l’attuale leader in Campionato.

TENTAZIONI FORTI La Honda numero 93 è l’unica ad essere sempre andata a punti quest’Anno, con un Marc Marquez capace di accontentarsi senza lottare per la vittoria, prudente e calcolatore, diverso dal cabroncito combattivo e portato all’errore visto negli ultimi Anni. Difficile pensare, però, che un pilota come lui possa avere un atteggiamento di questo tipo qui ad Aragon e che davanti al suo pubblico non proverà in tutti i modi a salire sul gradino più alto del podio

CURVE A TORNARE Dalla gara olandese la Ducati è stata sempre più in crescita, ma sul circuito spagnolo, con tante curve a tornare, la Rossa di Borgo Panigale potrebbe soffrire particolarmente la mancanza di grip sul posteriore, aspetto che è stato un po’ il suo tallone d’Achille quest’Anno. Guardando il bicchiere mezzo pieno, invece, il lungo rettilineo di quasi un chilometro sarà sicuramente favorevole alla moto italiana. Nel 2015 Andrea Iannone chiuse quarto ai piedi del podio, ma per il pilota di Vasto, dopo l’infortunio a Misano, non è ancora certa la sua partecipazione al GP spagnolo. Il suo compagno di scuderia Andrea Dovizioso arrivò quinto, ma con un ritardo di oltre 24 secondi dal vincitore Jorge Lorenzo. In molti si aspettano il nono vincitore diverso in nove GP, ma per il forlivese questa sarà una gara tutta in salita.

PRIMA VOLTA Michelin non hai mai corso con la MotoGP su questo tracciato e il prossimo fine settimana sarà un ulteriore banco di prova per le coperture francesi, che porterà ad Aragon degli pneumatici nuovi studiati per questa pista. A livello di circuito, visto che è un impianto di recente costruzione, le condizioni dell’asfalto sono ottimali e medio abrasive, gli pneumatici, però sono molto sollecitati soprattutto nelle lunghe curve veloci e nelle brusche staccate. Un’altra incognita, che quest’Anno sta diventando sempre più una costante, saranno le condizioni climatiche e il pericolo di pioggia, perché in questo periodo l’escursione termica tra la mattina e il pomeriggio è elevata con le prime ore delle giornata che posso essere molto fredde e le successive, invece, molto più alte. Sarà quindi fondamentale capire la giusta mescola capace di andare velocemente in temperatura, ma senza consumarsi troppo nei giri finali.

BACK IN TOWN Nicky Hayden scenderà in pista ad Aragon come wild card sulla moto di Jack Miller, costretto a saltare il GP dopo l’infortunio alla mano del GP austriaco. Il pilota australiano del Team Honda Estrella Galicia ha provato a correre negli ultimi due appuntamenti di Silverstone e di Misano, ma, vista l’entità e il dolore causato dalle due fratture alla mano i medici gli hanno dato lo stop. Sarà quindi l’ex Iridato MotoGP 2006 e attuale pilota SBK sulla Honda ufficiale a correre sul tracciato spagnolo, che arriverà sul tracciato spagnolo dopo il terzo posto di domenica scorsa in gara due a Lausitzring.  

ULTIME NEWS Loris Baz, dopo la caduta a Silverstone in cui si è fratturato un piede, potrebbe tornare in pista qui ad Aragon, ma la decisione finale arriverà Giovedì dopo che l’equipe medica avrà valutato le sue condizioni fisiche.

ORARI IN TV DEL GP DI ARAGON Il quattordicesimo appuntamento 2016 della MotoGP si correrà sul tracciato di Aragon in Spagna e verrà trasmesso in diretta Sky sul Canale 208 Sky Sport MotoGP e in differita sul Canale TV8 del digitale terreste. Questa la programmazione completa:

SKY SPORT Canale 208 MotoGP

GIOVEDI 22 SETTEMBRE  

17:00 conferenza stampa piloti MotoGP

VENERDI 23 SETTEMBRE  
09:00 prove libere 1 Moto3
09:55 prove libere 1 MotoGP
10:55 prove libere 1 Moto2
13:10 prove libere 2 Moto3
14:05 prove libere 2 MotoGP
15:05 prove libere 2 Moto2

SABATO 24 SETTEMBRE  

09:00 prove libere 3 Moto3
09:55 prove libere 3 MotoGP
10:55 prove libere 3 Moto2
12:35 qualifiche Moto3
13:30 prove libere 4 MotoGP
14:10 qualifiche Q1 e Q2 MotoGP
15:05 qualifiche Moto2

17:30 conferenza stampa piloti in Pole

DOMENICA 25 SETTEMBRE  
08:40 warm up Moto3
09:10 warm Up Moto2
09:40 warm Up MotoGP
11:00 gara Moto3
12:20 gara Moto2
14:00 gara MotoGP (repliche alle 17.45 e alle 21.00)

CANALE TV8 Digitale Terrestre


SABATO 24 SETTEMBRE    
15:35 qualifiche in sintesi Moto3, Moto2 e MotoGP

DOMENICA 25 SETTEMBRE    

15:00 gara Moto3 in differita
60:30 gara Moto2 in differita
17:00 gara MotoGP in differita

23:15 replica in sintesi gara MotoGP


TAGS: motogp 2016 gare motogp 2016 motogp aragon 2016 orari aragon orari motogp aragon diretta tv diretta tv motogp aragon 2016 motogp aragon 2016 in tv prove aragon motogp 2016 qualifiche motogp aragon 2016 gara motogp aragon 2016