Autore:
Simone Dellisanti

LA FINE Il matrimonio tra Suzuki e Iannone si avvia verso la conclusione. Suzuki Motor Corporation ha annunciato ufficialmente che il pilota italiano non farà più parte del Team, a partire dalla prossima stagione. Una notizia che non lascia stupiti, perché il rapporto tra il pilota italiano e la Casa di Hamamatzu non è mai stato tra i migliori. Quello che, invece, stupisce, è il fatto che, dopo gli ottimi risultati fatti vedere da Iannone in questa prima parte di Stagione, nel Team Suzuki non abbiano aspettato ancora un po' prima di prendere questa decisione.

PAROLE DI ADDIO "Suzuki augura tutto il meglio ad Andrea per il suo futuro che sarà, sicuramente, un futuro brillante e di successo. Tutta la famiglia Suzuki è incredibilmente grata per il suo aiuto e per i risultati positivi ottenuti", questo il comunicato Suzuki con le parole di addio per Iannone. "Naturalmente, con la stagione 2018 in corso, il Team Suzuki ECSTAR e la Suzuki Motor Corporation forniranno il massimo supporto al pilota italiano mentre continueranno a lavorare insieme per il resto della stagione, in attesa di ottenere risultati importanti nelle prossime gare"

CHI, AL POSTO DI IANNONE? Intanto, in Suzuki già fervono i lavori per trovare il sostituto di Iannone, chi affiancherà, nella stagione 2019/2020, Alex Rins a bordo della Suzuki GSX-RR? Il nome che sembra ormai prossimo alla firma del contratto con il Team Ecstar è quello di Joan Mir, pilota spagnolo attualmente impegnato nel Mondiale Moto2 a cui anche il Team HRC, prima di optare per Jorge Lorenzo, stava facendo la corte.

E' UFFICIALE La notizia è fresca fresca, confermata da una nota ufficiale di Aprilia. Andrea Iannone affiancherà Aleix Espargarò in sella alla Aprilia RS-GP per le stagioni 2019 e 2020. "Con Iannone, arriva un pilota veloce e pieno di talento che anche in questa stagione sta dimostrando il suo valore," ha dichiarato entusiasta Romano Albesiano, Aprilia Racing Manager, "il suo arrivo è il segno del crescente impegno del Gruppo Piaggio e di Aprilia nel programma MotoGP". Così, ritorna un pilota italiano in sella a una Aprilia con Andrea Iannone che va a gonfiare le fila di una lunga tradizione di buoni piloti della casa di Noale. Iannone non è da meno e da quando milita in MotoGP vanta un palmares di una vittoria, 8 podi e 2 pole position ma, soprattutto, con tanta voglia di vincere ancora. A rimarcare il benvenuto per Iannone in Aprilia, ci ha pensato il team manager della Squadra, Fausto Gresini: "Quello tra Iannone e Aprilia sarà un gran bel connubio, uno dei più interessanti della MotoGP e potrà portare grandi risultati. Andrea è un pilota forte, veloce, concreto. Credo che possa dare un grande supporto al team e contribuire allo sviluppo della moto. E poi, inutile negarlo, un pilota italiano su una moto tricolore fa sempre un gran piacere. Benvenuto Andrea, facci divertire!".


TAGS: suzuki andrea iannone motogp 2018