Autore:
Giulio Scrinzi

MANCA SOLO CHE NEVICHI! Le qualifiche della Moto3 sono iniziate con Giove Pluvio impegnato a tirare secchiate di acqua gelida alla seconda curva: condizioni davvero difficili per i giovani pilotini appena scesi in pista che subito sono stati costretti a rientrare ai box per evitare spiacevoli cadute con le gomme slick. Montate le full rain, la lotta è proseguita, ma solo per qualche giro visto che il meteo cambia ancora con le nuvole che cedono nuovamente il passo ad un Gcaldo sole primaverile, con la conseguenza di un altro rientro forzato ai box per cambiare di nuovo le gomme.

LOTTA SERRATA Al comando si sono alternati più volte i nostri della pattuglia tricolore: Francesco Bagnaia, poi Andrea Locatelli ed infine Nicolo Bulega, mentre il giovane Antonelli del team Ongetta-Rivacold ha dovuto fare i conti con le bizze della propria Honda che, dopo un lungo tira e molla, lo ha lasciato definitivamente a piedi. A dieci minuti dal termine della sessione il numero 8 del team SKY Racing VR46 è caduto senza riportare alcuna conseguenza, mentre il crash di Juanfran Guevara al curvone prima del  rettilineo d'arrivo ha lasciato tutti con il fiato sospeso. La KTM 58 ha sbalzato all'improvviso lo spagnolo del team RBA in un high-side che lo lascia a terra dolorante, con la conseguenza dei Marshall costretti ad intervenire in un punto molto pericoloso della pista, è relativa bandiera rossa con tanto di rientro ennesimo rientro ai box.

GLI ULTIMI 4 MINUTI Con i piloti di nuovo in pit-lane, la sfida si è ridotta a soli quattro minuti dal termine del turno con la conseguenza di tanto traffico in pista per durante le battute finali. Alla fine è stato Brad Binder ad avere la meglio e il suo 1.37.696 gli consentirà domani di scattare dalla prima casella davanti a Fabio Quartararo, beffato di soli 94 millesimi dal sudafricano, ed il nostro Bulega, rientrato giusto in tempo per siglare un ottimo 1.38.487 che gli vale l’ultima casella disponibile della prima fila. L’italiano riesca a chiudere il Sabato davanti ai diretti avversari in lotta per la seconda posizione in Campionato, con Jorge Navarro ed Enea Bastianini che si schierano rispettivamente in tredicesima e sedicesima posizione.

GRIGLIA DI PARTENZA Così partiranno domani le piccole pesti della Moto3: 1) Brad Binder, KTM 1.37.696; 2) Fabio Quaratararo, KTM 1.37.790; 3) Nicolo Bulega, KTM 1.38.487; 4) Gabriel Rodrigo, KTM 1.38.570; 5) John McPhee, Peugeot 1.38.661; 6) Livio Loi, Honda 1.38.776; 7) Andrea Migno, KTM 1.38.981; 8) Darryn Binder, Mahindra 1.39.195; 9) Jorge Martin, Mahindra 1.39.272;10) Francesco Bagnaia, Mahindra 1.39.347; 11) Joan Mir, KTM 1.39.353; 12) Bo Bendsneyder, KTM 1.39.439; 13) Jorge Navarro, Honda 1.39.448; 14) Maria Herrera, KTM 1.39.472; 15) Andrea Locatelli, KTM 1.39.485; 16) Enea Bastianini, Honda 1.39.513; 17) Jules Danilo, Honda 1.39.551; 18) Khairul Idham Pawi, Honda 1.39.589; 19) Niccolò Antonelli, Honda 1.39.624; 20) Phillip Oettl, KTM 1.39.630; 21) Fabio di Giannantonio, Honda 1.39.675; 22) Aron Canet, Honda 1.39.740; 23) Adam Norrodin, Honda 1.39.828; 24) Juanfran Guevara, KTM 1.39.890; 25) Jakub Kornfeil, Honda 1.40.110;26) Tatsuki Suzuki, Mahindra 1.40.159; 27) Albert Arenas, Peugeot 1.40.236; 28) Lorenzo Dalla Porta, KTM 1.40.412; 29) Hiroki Ono, Honda 1.40.537; 30) Stefano Valtulini, Mahindra 1.40.969; 31) Marcos Ramirez, Mahindra 1.40.996; 32) Fabio Spinarelli, Mahindra 1.41.198; 33) Lorenzo Petrarca, Mahindra 1.41.410; 34) Matt Barton, FTR Honda 1.45.537.


TAGS: nicolo bulega brad binder moto 3 australia 2016 qualifiche moto 3 australia 2016 pole australia 2016 fabio quartanaro