Autore:
Federico Maffioli

BOTTA E RISPOSTA Valentino Rossi conquista la pole al Mugello con il tempo di 1.46.504. Era dal 2008  che il Dottore non era così competitivo nelle qualifiche sul circuito italiano. La Yamaha numero 46 gira in pista sempre in coppia con la Sukuzi di Maverick Vinales, che conquista la seconda casella in griglia di partenza a soli 94 millesimi dal miglior crono di oggi. Un botta e risposta tra i due futuri compagni di squadra l’anno prossimo che favorisce Rossi, che stacca il biglietto per la pole uscendo dalla scia delle Suzuki numero 25. Continua anche il botta e risposta tra l’italiano e Jorge Lorenzo, quinto in griglia domani, e adesso di nuovo pari nel numero di pole position conquistate, per entrambi doppia pole nel 2016 e 63 in totale.

UNO SU TRE Andrea Iannone non replica il successo dell’anno scorso, ma chiude il Sabato, e la prima fila di domani,  con un ottimo terzo tempo a un decimo da Rossi e solo nove millesimi da Vinales. Il pilota di Vasto è sempre stato davanti a tutti nei tre turni di libere e domani sarà sicuramente uno dei favoriti per il podio. Molto più indietro, invece, la Ducati del suo compagno  di squadra Andrea Dovizioso, che non centra l’obiettivo nelle Q1 per soli 49 millesimi e domani partirà dalla tredicesima posizione. Michele Pirro, wild card sulla terzi Ducati ufficiale, chiude invece undicesimo dopo una qualifica con un po’ di difficoltà. Per tutti e tre, come hanno dichiarato, ci sarà da capire se il caldo in forte aumento comprometterà le prestazioni delle loro Ducati in gara.

RALLENTATO Bilancio positivo anche per Marc Marquez (anche lui autore di due pole position nel 2016), che sigla il quarto miglior tempo a 255 millesimi dalla pole. Lo spagnolo avrebbe potuto chiudere con un risultato anche migliore, ma nel suo ultimo giro lanciato si trova davanti Aleix Espargarò, sesto in griglia domani, Ed è costretto a perde tempo nel doverlo sorpassare. Meno competitiva l’altra Honda ufficiale di Dani Pedrosa, che chiude le qualifiche in settima posizione ad oltre sette decimi da Rossi e quattro dal suo compagno di squadra.

SVANTAGGIO DUCATI Se si escluda la terza posizione di Iannone, tutte le altre Ducati si schierano in fondo alla classifica delle Q2, dietro alla Yamaha numero 38 di Bradley Smith in ottava posizione. Sulla carta il Mugello sembrava dovesse essere più favorevole alle Ducati, ma la seconda rossa in classifica oggi è quella di Danilo Petrucci in nona posizione, seguita da Scott Redding decimo, Michele Pirro undicesimo, Yonny Hernandez dodicesimo. Sul giro secco la moto di Borgo Panigale, che qui corre sulla sua pista di collaudo e forte di un motore più potente rispetto alle avversarie, non sembra aver avuto tutto quel vantaggio. Vediamo come andrà la gara domani.

COSI ALLA PARTENZA 1) Valentino Rossi, Yamaha 1.46.504; 2) Maverick Vinales, Suzuki 1.46.598; 3) Andrea Iannone, Ducati 1.46.607; 4) ; Marc Marquez, Honda 1.46.759; 5) Jorge Lorenzo, Yamaha 1.46.882; 6) Aleix Espargarò, Suzuki 1.47.186; 7) Dani Pedrosa, Honda 1.47.218; 8) Bradley Smith, Yamaha 1.47.247; 9) Danilo Petrucci, Ducati 1.47.261; 10) ) Scott Redding, Ducati 1.7.359; 11) Michele Pirro, Ducati 1.47.361; 12) Yonny Hernandez, Ducati 1.47.436; 13) Andrea Dovizioso, Ducati 1.47.089; 14) Pol Espargarò, Yamaha 1.47.159; 15) Hector Barberà, Ducati, 1.47.555; 16) Cal Crutchlow, Honda 1.47.659; 17) Jack Miller, Honda 1.47.830; 18) Eugene Laverty, Ducati 1.48.111; 19) Alvaro Bautista, Aprilia 1.48.372; 20) Stefan Bradl, Aprilia 1.48.646; 21) Loris Baz, Ducati 1.48.991; 22) Tito Rabat, Honda 1.49.648. 


TAGS: valentino rossi jorge lorenzo andrea dovizioso cal crutchlow danilo petrucci jack miller aleix espargaro stefan bradl hector barbera alvaro bautista maverick vinales andrea iannone bradley smith pol espargaro scott redding eugene laverty tito rabat yonny hernandez loris baz motogp2016 dani pedrosa michele pirro mugello 2016 gp d'italia 2016 risultati qualifiche mugello 2016 gp italia qualifiche 2016 griglia partenza mugello 2016 valentino rossi pole mugello