Autore:
Stefano Cordara

C’era da giurarlo che prima o poi, il nome del 15 volte campione del mondo sarebbe apparso sulla carenatura della sportiva MV. C’era da giurarlo e, infatti, è puntualmente avvenuto.

L’occasione è arrivata a Monaco dove la MV non si è fatta scappare l’occasione per presentare una versione speciale della sua F4, una moto dedicata al pilota che con come pochi altri ha costruito il mito del marchio di Cascina Costa vincendo con le moto grigio rosse 15 titoli del mondo, 10 Tourist Trophy e oltre 250 gran premi. Castiglioni non è certo nuovo ad operazioni del genere, lui ama dedicare le sue moto ai campioni, lo aveva già fatto con la 916 Senna e quando è stato il momento di dedicare la sua F4 a qualcuno non ha, naturalmente, avuto dubbi.

La Ago deriva dalla F4 S (rigorosamente monoposto però), non è una serie oro, perché non ci sono parti fuse in terra per il motore, ma è indubbiamente pregiata. A giustificare il prezzo da collezionista (30.000 €) sono le particolari finiture e alcuni componenti che fanno la differenza.

I più evidenti sono i nuovi cerchi forgiati Marchesini che hanno un impatto estetico davvero eccezionale. Poi, però, ci si può perdere in una lunga serie di chicche come le pedane regolabili ricavate dal pieno; l’air box, il parafango e il carter catena realizzati in carbonio, le pregiatissime pinze freno anteriori Nissin racing ricavate dal pieno, la forcella Marzocchi da 50 mm con steli trattati al nitruro di titanio, l’ammortizzatore Sachs Racing con doppia regolazione idraulica. Oppure, più in dettaglio, la strumentazione con sfondo blu e l’immancabile placchetta d’oro sulla testa della forcella che riporta il numero seriale del modello.

Non ci sono parti fuse in terra, o particolari in magnesio (come sulla serie oro), ma la Ago si differenzia anche per l’inedito trattamento superficiale dei particolari di alluminio e acciaio (dai carter motore, al forcellone, alle piastre di sterzo, ai silenziatori) denominato Titanium Shining che prevede l’immersione dei suddetti particolari in un bagno di titanio.

Invariato il telaio (solo colorato in rosso) mentre il motore è lo stesso della versione F4S EV 03, ovvero beneficia di tutte le ultime migliorie applicate al quattro cilindri a valvole radiali che ne hanno fatto lievitare la potenza fino a 137 cavalli.


TAGS: mv agusta f4 ago