Autore:
Emanuele Colombo

I RE DEGLI SCOOTER Tra tutti e tre l'Honda SH300i, il Piaggio Beverly 300 e lo Yamaha X-Max 300 hanno venduto in Italia quasi 13.500 pezzi da gennaio a giugno e questo fa di loro i re del mercato. Uno per l'altro sono tutti dei grandi scooter, in grado di soddisfare ogni esigenza. Ma di certo non sono uguali tra loro. Ecco come si sono confrontati in una sorta di Giochi Senza Frontiere.

COME SONO FATTI L'Honda SH vende da solo quasi quanto gli altri due messi assieme. È il classico scooter a ruote alte, da 16 pollici, con la pedana piatta. Ha dimensioni compatte e il passo corto. Le finiture sono tipiche Honda, sobrie e ben fatte, e il colore Sport White della versione in prova lo fa spiccare nel panorama degli scooter, in cui dominano le tinte grigio e nero. Il Piaggio Beverly è una via di mezzo, con uno scudo leggero, una ruota anteriore da 16 pollici e la posteriore da 14. Il passo è lungo e il serbatoio è in un tunnel centrale molto pronunciato. Il look sportivo e grintoso della nostra versione firmata Police è accentuato dagli splendidi cerchi multirazze: dei tre, il Beverly è quello che più ricorda le moto “vere”. Lo Yamaha X-Max è invece uno scooterone al 100%. Lo scudo è grande e superprotettivo e la strumentazione sembra rubata a un'auto. Il passo è lungo e la posizione di guida è quella più bassa e rilassata. Ma con l'aiuto dei ferri giusti, ce lo si cuce addosso come un vestito, visto che il manubrio è regolabile in altezza di 20 mm e il parabrezza su due posizioni che hanno uno scarto di 50 mm.

AL SUPERMERCATO Il vano sottosella dell'Honda, va detto, può contenere solo un solo casco (integrale) e non due: lo scotto da pagare per le ruote più alte. Però è l'unico ad avere la pedana piatta, per trasportare la classica cassa d'acqua o il trolley per andare in aeroporto. E il bauletto da 35 litri è di serie. Il Piaggio sotto la sella ha un vano più ampio: due caschi jet senza visiera ci stanno senza problemi. La pedana, però, non è piatta. Recupera con il vano nello scudo: l'unico dove trovo una presa USB in luogo delle prese a 12 volt dei rivali (tipo accendisigari, per capirci). Lo Yamaha X-Max 300 ha il vano più capiente: vi posso stivare due caschi integrali ed è predisposto per essere suddiviso, così da separare carichi diversi. Lo scudo anteriore ha due vani sotto al manubrio, con quello sinistro dotato di serratura.

NEL TRAFFICO L'Honda è il più corto del gruppo e ti da subito del tu: è docile nelle manovre a passo d’uomo e, complice l'interasse più corto di circa 10 centimetri rispetto ai rivali, guizza nel traffico meglio di tutti. Il raggio di sterzo contenuto completa l'opera. Il Piaggio Beverly è grande e grosso quasi come una moto e con 183 chili in ordine di marcia è il più pesante del gruppo. Non di meno in città se la cava bene, con una maneggevolezza comunque elevata. Anche lo Yamaha ha misure e peso da vero king size, eppure nel traffico è agile, grazie alle ruote di minore diametro (15 pollici l'anteriore, 14 il posteriore).

SUL PAVÉ L'Honda ha entrambe le ruote da 16 pollici, le più grandi nel gruppo, e questo dovrebbe avvantaggiarlo in termini di comfort; l'assetto però è piuttosto sostenuto e l'assorbimento sul pavé non è impeccabile. Nelle frenate di emergenza l'ABS è di serie, come prescrive la legge, manca però il controllo di trazione. Sul pavé il Piaggio sfodera un comfort incredibile e il telaio, irrigidito dal serbatoio nella pedana, trasmette sensazioni da “tutto d'un pezzo”. Quanto a sicurezza è al top, perché oltre all'ABS ha pure il controllo di trazione ASR di serie (disinseribile), che sul bagnato, con lastroni e strisce pedonali assassine, può fare una grossa differenza. Lo Yamaha ha i cerchi più piccoli del gruppo: da 15 pollici davanti e da 14 pollici dietro. A ciò si aggiunge un assetto sportivo che penalizza il confort. Niente sconti, invece, sul fronte sicurezza: anche qui ABS e controllo di trazione TCS, disinseribile, sono di serie.

AL SEMAFORO Quanto a potenza del motore l'Honda si colloca nel mezzo con 25 cavalli. La trasmissione, però, ha pochissima inerzia e favorisce lo sprint; e anche l'allungo è ottimo. Quando mi fermo, la sella a 805 mm da terra è la più alta del gruppo, ma le forme snelle aiutano ad appoggiare bene i piedi per terra. Il Piaggio, con i suoi 21 cavalli, è il meno potente. Nonostante ciò, in termini assoluti la spinta quando spalanco il gas è generosa. La sella è a 790 millimetri da terra: la quota più bassa del gruppo. Fermo al semaforo avverto qualche vibrazione che sparisce appena sfioro il gas. 28 cavalli, scaricati a terra attraverso una trasmissione ineccepibile, valgono allo Yamaha X-Max l'accelerazione più incisiva. La riposta del gas è pronta e in allungo il motore vibra pochissimo. La sella si trova a 795 mm da terra: una quota che rassicura anche se la sella larga rende meno facile toccare terra.

FUORI CITTÀ Quando l'andatura sale, l'Honda sfodera una buona precisione di guida, ma dei tre è quello che rimane più vicino agli scooter di piccola cilindrata, per la maneggevolezza e la sensibilità nei cambi di direzione accentuate. Il parabrezza, molto protettivo, penalizza la velocità massima e può innescare qualche lieve ondeggiamento mentre si superano i mezzi pesanti. Il Piaggio ha una guida più rotonda, degno di una vera moto. Forse nelle curve molto strette si perde un po' il fare guizzante tipico degli scooter, ma sul veloce viaggia sui binari. Certo, con soli 21 cavalli è quello che in velocità soffre di più e di crociera non c'è da aspettarsi più di 120 km/h. Senza il parabrezza non si può pretendere una grande protezione dall'aria, ma tra gli optional ne troviamo di due misure diverse, da 98 a 187 euro. Lo Yamaha ha la forcella irrigidita da una doppia piastra di sterzo: una soluzione che deriva dalle moto, adottata con successo anche sul Tmax. Risultato: è preciso nell’inserimento in curva, agile nei cambi di direzione eppure molto stabile in percorrenza a qualunque velocità. La protezione dall'aria è buona e i 28 cavalli cavalli del motore offrono quella riserva di potenza in più per evitare situazioni pericolose.

CONCLUSIONI L'Honda SH 300i è il più adatto all'uso cittadino: agile come uno scooter di piccola cilindrata, ha però i muscoli di uno grande quando si spreme la manetta. Il prezzo di 5.240 euro lo colloca in mezzo tra i rivali e al top per dotazione, che comprende Smart Key, bauletto, parabrezza e paramani. Si risparmia, e non poco, con il Piaggio Beverly 300 Police, che a 4.530 euro è un vero affare e di certo non è un ripiego, perché nella guida ha davvero ottime carte da giocare. Va detto, però, che il parabrezza si paga a parte e gli manca il sistema keyless: ha solo il telecomando a distanza per aprire la sella e accendere le frecce con la funzione Bike Finder. Lo Yamaha X-Max 300 è il più adatto per chi fa tanta autostrada. Con prezzi a partire da 5.690 euro ha il sistema Smart Key di serie ed è proposto in due allestimenti: uno sportivo con terminale Akrapovic e uno più turistico dal parabrezza più ampio. In base alle vostre esigenze, ora sapete come orientare le vostre scelte. Una nota sui consumi: tutti e tre i nostri scooter si sono dimostrati parchi e permettono percorrenze nell'ordine dei 30 chilometri litro. Attenzione allo stile di guida, però, perché chi ha la manetta pesante potrebbe perdere anche un terzo dell'autonomia.

 

IN QUESTO SERVIZIO

 

FEDERICO INDOSSA

CASCO GIVI X.07 I caschi da città rischiano sempre di essere scomodi e un po' rumorosi. Non è il caso dell'X.07, jet particolarmente protettivo oltre che molto silenzioso. Grazie allo sviluppo della calotta e degli interni, davvero ben fatti, è quasi a livello di un integrale. Manca solo un sistema antiappannante per la visiera. Prezzo 119 euro.

GIACCA SPIDI TRONIK NET Protettiva ma fresca anche nella bella stagione, la giacca Tronik Net è fatta con un tessuto tecnico traforato che lascia passare efficacemente il flusso d'aria durante la guida, per un comfort ottimale nei mesi più caldi. Ha protezioni su spalle e gomiti ed è predisposta per il paraschiena: rapido da mettere come da togliere grazie al sistema a velcro. Quando la temperatura si abbassa o comincia a piovere, si può aggiungere una fodera interna impermeabile e antivento, che però è venduta a parte. Pratico il lacciolo per ancorare la giacca al passante dei pantaloni, che impedisce alle turbolenze di sollevarla. Prezzo 239,90 euro.

GUANTI SPIDI TXR Alti abbastanza da proteggere anche il polso, i guanti Spidi TXR hanno ampie porzioni in tessuto aereato, per garantire il comfort nelle giornate più calde. Il palmo è in microfibra a effetto camoscio: morbidissima, per la massima sensibilità. Sulle nocche una protezione rigida svolge la sua funzione senza impacciare i movimenti. I rinforzi sul palmo proteggono dall'abrasione nel malaugurato caso di una scivolata. Prezzo 79,90 euro.

PANTALONI SPIDI J-FLEX Confezionati in tessuto denim elasticizzato da 12 Once, questi jeans da moto consentono un'ottima libertà nei movimenti nonostante il taglio slim. La tasca posteriore ha l'utile dispositivo “wallet barrier”: una sorta di risvoltino nell'orlo della tasca che treattiene il portafogli mentre si guida. Sul fianco destro c'è poi un pratico anello portachiavi. Sulle ginocchia ci sono poi protezioni Multitech certificate EN1621-1 estraibili: un pochino rigide, va detto, ma assolutamente invisibili quando si cammina. Due apposite tasche permettono di aggiungere imbottiture certificate anche sui fianchi. Prezzo: 139,90 euro.

SCARPE TCX X-GROOVE WATERPROOF Sono sneakers con tutte le protezioni necessarie per malleoli, punta e tallone, eppure sono straordinariamente morbide e comode. Così comode che viene voglia di utilizzarle anche quando si scende dalla moto: in questo caso meglio scegliere la versione Gore-Tex, che offrono la medesima protezione dalla pioggia, ma mantengono il piede sempre asciutto. Indossarle è facile, grazie alla zip laterale che rende superfluo slacciare le stringhe.


 

EMANUELE INDOSSA

CASCO LS2 VERSO OF570 Questo jet ha la calotta costruita in due misure, per ottimizzare lo spessore dell'imbottitura e quindi la sicurezza in funzione delle diverse taglie. Il sistema di ventilazione, che ha un cursore di regolazione efficace e stabile, prevede una singola presa d'aria anteriore con estrattore posteriore che funge da spoiler stabilizzatore. Le imbottiture interne, in tessuto traspirante Breath, sono removibili e lavabili: trattenute in sede da un innovativo sistema magnetico. La calzata è confortevole e per ripararsi dal sole un pomello rotante nella cerniera sinistra della visiera comanda il visierino fumé estraibile. Predisposto per il sistema Bluetooth Linkin Ride Pal, il Verso OF570 costa 139 euro in tutte le colorazioni.

GIACCA TUCANO URBANO MARLON Questa giacca corta per la stagione estiva è decisamente furba: il tessuto in poliestere traforato permette grande traspirazione sotto il solleone ma, al contempo, grazie all'interno antipioggia e antivento, il fresco della sera o un eventuale acquazzone non fanno paura. Comode le regolazioni con automatici sulle braccia, intelligenti gli inserti riflettenti che escono dai polsini. Il tutto a 149 euro, in tre colori: marrone, verde, nero. Taglie da S a 3XL.

GUANTI TUCANO URBANO CALAMARO Guantini easy in tessuto elasticizzato, dotati di inserti rigidi in ABS sulle nocche. Dita e palmo sono rivestiti in pelle. Sono estivi e non danno fastidio, nemmeno dopo ore di guida. Il polsino è in neoprene e la chiusura in velcro. Taglie: XS-XXL. Prezzo: 45,50 euro.

PANTALONI TUCANO URBANO GINS Hanno tasche per le protezioni su ginocchia e anca ma anche senza di esse fanno sentire protetti grazie al maggior spessore del tessuto in queste aree critiche. Eppure risultano comodi e non rigidi e le cuciture aggiuntive per le tasche di cui sopra non si sentono. Sono fatti in denim di cotone con trattamento idrorepellente, non di meno non fanno sudare e anzi danno sempre una piacevole sensazione di traspirazione. Le bandelle ad alta visibilità? Ci sono ma non danno nell'occhio: una buona notizia per chi non ama indossare capi dal look troppo tecnico. Prezzo: 95 euro.

SCARPE STYLMARTIN MARSHALL Le nuove Marshall di Stylmartin sono scarpe strutturate, vale a dire che la tomaia, in pelle idrorepellente color tortora, il sottopiede, anatomico e traspirante e la suola in gomma sono fissati insieme all’interno di una forma, per garantire il miglior sostegno possibile del piede. Hanno una calzata comoda e trasmettono un gran senso di protezione alla caviglia, pur lasciando una libertà di movimento paragonabile alle sneaker basse. A confermare la loro qualifica di capo tecnico ci pensano, invece, la fodera impermeabile interna, le protezioni sui malleoli e il paracambio. Le Marshall saranno disponibili nelle misure dal 36 al 47 Prezzo: 185 euro.

 

MARIO INDOSSA

CASCO SHARK EVO ONE I caschi della serie Shark EvoLine sono stati i primi modulari al mondo ad avere la doppia omologazione: jet e integrale insieme, per avere davvero due caschi in uno. La versione Evo-One è caratterizzata da sottogola retraibile e rimovibile, blocco della mentoniera, visiera MaxVision con Pinlock di serie e visierino parasole anti-graffio. Lo spoiler posteriore favorisce la ventilazione interna della calotta. Taglie disponibili: XS – XL. Prezzo: 406,70 euro.

GIACCA DAINESE AIR-FRAME TEX Ampi inserti in rete garantiscono la ventilazione nelle giornate più calde, mentre l'inserto antivento removibile migliora il comfort all'abbassarsi della temperatura. Molto versatile, dunque, la giacca Dainese Air Frame Tex è anche molto leggera e ha di serie protezioni omologate per spalle e gomiti. Predisposta per ospitare un paraschiena (venduto a parte), la Air-FrameTex ha ampie regolazioni per la migliore vestibilità e la cerniera in vita per poterla collegare a un pantalone tecnico compatibile. Prezzi da 139,97 a 199,95 euro: anche in versione Lady.

GUANTI DAINESE AIR MIG Sul dorso sono in mesh traforato, per un'aereazione ottimale, e il palmo è in pelle di capra rinforzato: i guanti Dainese Air Mig sono pensati per la guida nelle giornate più calde. Le dita sono precurvate, a vantaggio dell'ergonomia, e la tirella di regolazione del manicotto migliora la calzata. Prezzo 48,97 euro, anche in versione Lady.

PANTALONI DAINESE JEANS BONNEVILLE REGULAR Questi Jeans dispongono di rinforzi interni con maglina in Kevlar, protezioni morbide sulle ginocchia modulabili Pro-Shape e inserti rifrangenti, oltre alla predisposizione Pro-Shape sui fianchi e per la ghetta sotto piede. Vestibilità: slim/regular Colorazioni disponibili: T19 Denim Medio, Stone Bleached Used e T46 Denim-Scuro 3D Washed.

SCARPE TCX X WAVE AIR Una sneaker pensata per climi e periodi caldi: la tomaia, infatti, è in pelle scamosciata con inserti in tessuto air mesh, traspirante e resistente alle abrasioni (ma privi di fodera impermeabile). La TCX X-Wave Air è omologata EN 13634-2010, con i classici rinforzi su malleoli, punta e tallone. Taglie da 36 a 48.


TAGS: confronto video honda sh300i prezzi comparativa prova su strada caratteristiche dotazioni Yamaha X-Max 300 pregi e difetti piaggio beverly 300 police