Autore:
Danilo Chissalè

REGINA D’ELETTRONICA Chi non conosce la BMW R1200GS? Da anni è la regina incontrastata delle vendite nel settore moto. Per continuare a primeggiare si dà una svecchiata, regalandosi una nuova strumentazione TFT a colori da 6,5 pollici dotata di connettività degna di una consolle di ultima generazione.

SICUREZZA A Monaco di Baviera la strada da intraprendere è ben chiara, la sicurezza dei motociclisti è un aspetto fondamentale, lo dimostrano le scelte intraprese nel corso della storia del marchio dell’Elica. BMW ha sempre spinto per l’ABS, è stata tra le prime e sviluppare il C-ABS (Cornerig ABS) e la nuova strumentazione è stata sviluppata seguendo questo caposaldo. Il nuovo BMW Motorrad Connectivity ha lo scopo di fornire le informazioni alla guida, ascoltare musica, rispondere al telefono e ottenere indicazioni dal navigatore senza distrarre il motociclista.

SCHERMO HD Accendo il quadro strumenti della BMW R1200GS è rimango subito piacevolmente colpito, lo schermo è al top della categoria, la nitidezza e la semplicità della grafica rendono efficace la visione dello schermo. La scelta del nero per lo sfondo rende lo schermo visibile in ogni condizione di luce… i riflessi sono un lontano ricordo. Per guidare nelle ore notturne è inoltre possibile impostare la luminosità su un valore più tenue, evitando di affaticare la vista.

IPER CONNESSA Approfittando delle vacanze pasquali ho potuto realizzare un mio sogno, attraversare l’Italia in moto da Nord a Sud in un solo giorno, per la precisione ho coperto i 1.200 km che dividono Milano da Catanzaro. In sella alla GS il tempo è volato grazie alle rinomate capacità di viaggiatrice della maxi enduro tedesca e al nuovo sistema di connettività. Durante il viaggio grazie all’optional Connectivity ho ascoltato la mia musica preferita e risposto a telefonate di lavoro (mica si batte la fiacca) il tutto grazie al sistema bluetooth che connetteva il mio telefono, la moto ed il casco. Navigare nelle play list o rispondere alle chiamate è un gioco da ragazzi grazie al multi-controller, per chi non lo conoscesse è il rotellone presente sul blocchetto sinistro, mentre le informazioni venivano trasmesse al grosso schermo TFT.

PASSO PER PASSO Il viaggio proseguiva spedito fino a quando la Salerno-Reggio Calabria ha messo a dura prova le mie abilità di navigatore, la deviazione fuori programma ha spiazzato me ma non la BMW R1200GS. Il Connectivity pack permette infatti di visualizzare le informazioni del navigatore sul pannello TFT. Con il sistema point by point, le indicazioni vengono fornite da una serie di frecce che indicano le svolte da effettuare o la corsia da tenere in caso di svincolo autostradale. Ciò permette di carpire le informazioni in maniera più pratica e sicura rispetto alla mappa mostrata dal navigatore, senza dimenticare l’ausilio della voce guida trasmessa all’interno del casco. Safety first!

TUTTO SOTTO CONTROLLO Il nuovo display TFT non presenta solo le informazioni relative alla connettività, navigando nei menù si possono ricevere una pletora di informazioni riguardanti il viaggio grazie al computer di bordo PRO che mostra: tempo di percorrenza, durata delle pause, i km percorsi, la velocità media, i consumi e l’autonomia residua. Utilissima è la schermata che rappresenta lo stato della moto, la grafica ricca e intuitiva permette di controllare con uno sguardo la pressione delle gomme (sia quella effettiva sia quella raccomandata) la temperatura dell’acqua il livello dell’olio e la tensione della batteria, ogni inconveniente vi verrà segnalato per tempo dalla centralina.

DIAMO I NUMERI Galeotti furono gli oltre 2.600 km percorsi in sella a questa tedescona, ho sempre guardato con scetticismo la BMW R1200GS da bravo smanettone e, devo ammettere, mi sbagliavo. La BMW permette di andare in ufficio, uscire in coppia la domenica, affrontare gli sterrati o andare a Caponord il tutto con una semplicità disarmante. Difetti? I soliti, la stazza è imponente e il prezzo d’acquisto è accessibile a pochi. L’esemplare del nostro test è equipaggiato con livrea Exclusive, pacchetto Comfort, pacchetto Dynamic, pacchetto Touring, cerchi a raggi e antifurto. Le borse laterali, espandibili con un pratico sistema telescopico, sono un accessorio in post montaggio e costano 750 € mentre la coppia di cilindretti codificati con la chiave della moto costa 31 €. Il gran totale recita 22.681 €, certamente non pochi ma ben spesi fino all’ultimo cent.

 


TAGS: bmw bmw r1200gs bmw motorrad connectivity bmw connected app