Autore:
Andrea Rapelli

MOTO APERITIVO? C'è chi dice che moto come la BMW R nineT Scrambler siano oggetti splendidi, ma buoni solo per il casa-aperitivo-casa. Altri, invece, ne sono perdutamente innamorati: al massimo, tuttavia, pensano di poter affrontare il giretto domenicale in collina, con annessa moto-magnata.

CONVIVENZA Per chiarirmi definitivamente le idee ho vissuto a stretto contatto con una R nineT Scrambler con cerchi a raggi per qualche settimana: 1.000 km o giù di lì, divisi quasi equamente nel classico casa-ufficio (80 km fra andata e ritorno) e qualche giretto. Volentieri con il freddo, spesso con la pioggia. Tutti i santi giorni.

ABBIGLIO DEDICATO E, naturalmente, non sempre con il bell'abbiglio che vedete in foto (a proposito: in fondo trovate tutte le caratteristiche). Nell'andirivieni quotidiano mi vestivo con roba più da turismo, incluso casco modulare e stivali. Perché va bene il look ma con il freddo – e la sicurezza – non si discute quando devi fare tanti km.

RISCALDATI Sarà che la R nineT Scrambler, come le sorelle di pari grado, ha protezione aerodinamica quasi zero, anche se l'aria, un po' a sorpresa, non ti schiaffeggia troppo. Però può montare le manopole riscaldate: uno di quei plus che d'inverno fa la differenza e che metterei di default su tutte le moto. Costano 230 euro, ma li valgono davvero tutti.

GODURIA DA BOXER Come inizio convivenza non c'è male. E le cose prendono una piega ancora migliore quando schiacci il bottoncino e dai vita ai due cilindri, boxer come vuole la tradizione. Che, raffreddati ad aria – allora l'immortalità esiste! - suonano meravigliosamente: un ringhio rauco (grazie San Akrapovic), capace di farti vedere il mondo a colori anche in una fredda e nebbiosa mattina nella Bassa.

CENTOMETRISTA Non sono i 110 cavalli, il dato importante. Piuttosto, è come vengono erogati: il sonoro braaap! In prima apertura attizza, scalda l'animo. Ma non è solo sound: la R nineT scatta in avanti come un centometrista al colpo di pistola. Roba che ti ritrovi a saltare i dossi rallentatori solo di gas. Non parlo di regimi semplicemente perché il contagiri non c'è. In ogni caso state tranquilli: il nerbo, ai bassi e ai medi, non le manca di certo. E l'Euro4 non si sente.

TONDA L'autostrada non è il suo pane. Meglio buttarsi sulle strade secondarie, per capire che l'anteriore da 19” l'ha resa ben più malleabile (e facile) della sorella a scendere in piega. Non curva con il pensiero, ma non fa nemmeno trattenere il respiro prima di ogni virata. Disegnate traiettorie tonde, non spigolate, e lei sarà ancora più felice.

VALORI DIVERSI In tutto questo hanno il loro bel merito i valori di avancorsa (da 102,5 a 116 mm), interasse (da 1.476 a 1.522 mm) e inclinazione cannotto (da 25,5° a 29°), tutti aumentati rispetto alla più sanguigna R nineT. I cerchi a raggi? Si sentono: rispetto a quelli in lega rendono la Scrambler un filo più imprecisa. Ma sono talmente belli (400 euro) che sarebbe un peccato rinunciarci.

URBAN VINTAGE Pronta allo sprint, la R nineT Scrambler sopporta bene l'urbano. Non è un fuscello (220 kg in ordine di marcia) e l'angolo di sterzo non è quello di uno scooter, però all'atto pratico se la cava bene. In più, ha un appeal che non sfigura nemmeno nel quadrilatero della moda. Con una sella a 820 mm da terra, alla portata di molte gambe. Bene frizione e cambio, un po' impreciso solo a freddo.

MONO DURO Unica accortezza evitate, per quanto possibile, tombini e buche. Perché questa Scrambler è duretta, soprattutto in zona mono, molto secco nelle risposte. Il fondoschiena, complice una sella non proprio imbottitissima, può patire. Più morbida la forcella - con molle diverse rispetto a quelle della R nineT - che lavora e scorre piuttosto bene.

TRACTION Nei giorni di pioggia torna utile il controllo di trazione, optional a 350 euro, che mette – discretamente – una pezza ad eventuali intemperanze del polso destro. Ma l'assenza del parafango posteriore farà arrivare gli schizzi d'acqua, sparati dalla gomma, fin sul casco. Inzaccherarsi è facile: ecco perché, in caso, bisogna vestirsi adeguatamente.

COSTICCHIA Quindi, moto tuttofare o solo aperitivo? Dopo un paio di settimane in sella alla BMW R nineT Scrambler posso dirvi con sincerità che non ho patito il suo essere vintage. Usarla tutti i giorni si può, e non è nemmeno una sofferenza. Anzi. Certo costa – 14.000 euro, di base – e ha optional quasi irrinunciabili: con controllo di trazione, cerchi a raggi e manopole riscaldate arrivate già a quota 14.980 euro. Sempre che non vi siate innamorati del serbatoio in alluminio: in questo caso, preparate altri 1.000 euro...

 

IN QUESTO SERVIZIO

CASCO BELL CUSTOM 500 La calotta è in fibra di vetro, e la finitura dell’interno ricorda seta e pelle in nero con cuciture rosse. Pesa 1175 grammi e ha una calzata vintage, essenziale. Curatissimo anche nel look, è perfetto per valorizzare il lato heritage della R nineT Scrambler. Il cinturino a doppio anello è un bel plus, così come i bottoni sulla fronte, per attaccare un eventuale visierino parasole o visiera a bolla.
Taglie: XS-XXL

MASCHERA ALZELA THE GOGGLE Una maschera stilosa e generosa nelle dimensioni, che consente la calzata anche con occhiali da vista e protegge bene anche in velocità, senza spifferi. Disponibile in tre colori, ha lenti intercambiabili anti UV, anti graffio e antifog. E capaci di resistere ai test proiettile e cilindro. Comoda la membrana proteggi-lenti e la custodia, per non rovinare la maschera nel trasporto. Prezzo: 199 euro, in dieci colori

GIACCA ICON ONE 1000 AXYS Un bel giubbottone in pelle, dal look curato e particolare: vedere le due tasche sul petto per conferma. Il taglio è americano, quindi non aspettatevi una giacca particolarmente aderente. In compenso la pelle, dallo spessore di 1,1-1,3 mm, nasconde un interno imbottito e protezioni in D30 omologate su spalle e gomiti. Non mancano inserti traforati sotto le maniche e polsini con zip.
Taglie: S-3XL

PANTALONI ICON ONE 1000 ROYAL DRIVE Finiture curate, vestibilità regular e protezioni sulle ginocchia in D30, per viaggiare sempre sicuri. Il tessuto è particolarmente resistente e piuttosto rigido. Non manca un portadocumenti legato al passacintura, utile per tenere i contatti di emergenza o carte di credito, documenti e soldi.
Taglie: 44-60

GUANTI ICON ONE 1000 PREP Guantino estivo e traforato, che mette al primo posto lo stile e la traspirabilità, oltre che il comfort di utilizzo. Le protezioni? Morbide, solo sulle nocche. La chiusura a velcro sul polsino scopre parte della mano. Bello lo stemma in metallo vicino al polso.
Taglie: S-4XL

SCARPE TCX X-STREET WATERPROOF Fanno parte della linea Urban ma queste scarpe si possono usare senza patemi anche per gite più lunghe. Modaiole ed eleganti, hanno una tomaia in pelle pieno fiore trattata stile vintage e rinforzi su punta, tallone e malleoli. Non bastasse, sono anche impermeabili. Occhio che vestono larghe: può anche andar bene un numero in meno rispetto al solito. Le taglie vanno dalla 36 alla 48 e c'è anche la versione lady.


TAGS: test prova su strada bmw rninet scrambler