GRAN LAVORO
Come l'anno scorso con la 1000 la Kawasaki ha lavorato un gran bene sulla nuova Ninja 600 che della 1000 ripresenta le ottime caratteristiche. Una moto con cui viene facilissimo andare molto forte, precisa, veloce con una ciclistica molto bilanciata e comunicativa oltre che assettata alla perfezione. Già la precedente versione era ottima in staccata, la nuova butta sul piatto un peso drasticamente ridotto e una forcella (la Showa BPF) dal funzionamento esemplare che sostiene alla grande la moto in staccata ma riesce a copiare le asperità molto bene. Il risultato è che con la Kawa si va forte subito e si gode di una precisione di guida impeccabile.

GUIDA CHIRURGICA Come accade con la 1000, con la Ninja 600 guidi con la precisione di un chirurgo. Non vai solo veloce ma riesci a guidare di passo con la precisione di un computer, tanti giri vicinissimi al tuo miglior giro sgarrando al più di qualche decimo. L'ideal time praticamente coincidente con il giro veloce è un testimone attendibile di questa caratteristica.


LEGGERA MA GROSSA
La Ninja '09 pesa molto meno della precedente, però ha mantenuto una certa "corposità" nel dimensionamento, appare un po' più grossa delle altre, i manubri sono piuttosto larghi e il serbatoio particolarmente dimensionato non piace a tutti. Forcella aperta e interasse generoso (1400 mm condiviso con la Suzuki) la rendono un po' meno reattiva di Honda e Yamaha nei cambi di direzioni più repentini, però la Kawa si riprende tutto in frenata (lo sforzo richiesto dall'impianto anteriore è leggermente superiore a quello delle migliori) e in percorrenza dove non ha perso quella scorrevolezza grandiosa (da vera moto da corsa) che già ci aveva conquistati con il modello precedente.

GRAN MOTORE Quando l'avevo provata in Giappone il motore mi aveva impressionato meno di quanto ha fatto qui. Probabilmente era l'effetto dei salitoni di Autopolis e del fatto che si era a 800 metri di altitudine. Provato al livello del mare invece, il quattro in linea della Ninja mostra una grande potenza agli alti ma, soprattutto, la consistenza ai medi che mancava. Suo il miglior giro, mentre la velocità massima rilevata a Le Luc è inferiore solo a quella della Daytona. Su strada resta una sportiva vera e, tutto sommato, non si soffre nemmeno tanto. Promossa!


TAGS: kawasaki ninja zx-6r supersport 600 2009