Digg Facebook Twitter Feedburner

Aprilia Atlantic 500

Data: 19 Gennaio 2002 14:13:22
Autore: Stefano Cordara

Si è fatto attendere un po' ma adesso è finalmente pronto a raccogliere la sfida dei maxi più maxi. Un'ammiraglia su due ruote, che fa della versatilità la sua vocazione maggiore. Non solo città, ma anche viaggi a largo raggio, con la massima attenzione al comfort.


Aprilia Atlantic 500
COM'E' Non è facile lanciare un nuovo scooter senza cadere nel già visto o nel banale. La sfida che Aprilia raccoglie con l'Atlantic 500 è dunque importante; e per riuscire a vincerla la Casa di Noale ha sfruttato a fondo le sue doti di creatività e di know how tecnologico.

QUALCOSA IN PIÙ Distinguersi significa anche proporre qualcosa di esteticamente innovativo e con contenuti tecnologici al di sopra della media. Atlantic gioca entrambe le carte. Prima di tutto perché ha una linea che pur riconducendo a tratti a qualche concorrente (visto da dietro a luci accese assomiglia un po' all'Honda Silver Wing) ha una sua identità estetica precisa.
Poi, perché come ogni prodotto nuovo che arriva sul mercato anche Atlantic propone qualche plus tecnologico che lo differenzia dalla produzione attuale.

MOTORE EVOLUTO

Non nel motore, in ogni caso, che resta lo stesso evoluto monocilindrico Piaggio da mezzo litro con quattro valvole e iniezione elettronica, già montato sull'X9. Rivisto nello scarico, nella cassa filtro e nella mappatura dell'iniezione elettronica è capace di 29 kW (39 cv) a 7250 giri/min e una coppia di 40 Nm a 5500 giri. È un motore, tecnologico e pulito (è catalizzato e rispetta già la normativa Euro2) questo mezzo litro, che per erogazione e prestazioni già ci piaceva sullo scooterone di Pontedera e che sull'Atlantic non fa altro che confermare le sue ottime doto.

RUOTE GRANDI

Le innovazioni sono da cercare invece nelle soluzioni ciclistiche. Innanzi tutto le ruote. Che gli scooter tentino di avvicinarsi sempre più alle moto è ormai un dato assodato ma nessuno finora lo aveva fatto come lo scooterone Aprilia: al tradizionale cerchio posteriore da 14 pollici, gommato con un generoso pneumatico da 140/60 è accoppiato un "cerchione" anteriore da ben 15 pollici, misura finora mai adottata su un maxi scooter. A questo punto la domanda è d'obbligo, perché non montare un cerchio da 15" anche dietro? La possibilità ci sarebbe, visto che il motore è predisposto per l'alloggiamento di cerchi con diametro fino a 16 pollici, ma così facendo si sarebbe perso gran parte dello spazio destinato ai bagagli.

QUESTIONE DI LITRI Anche perché, sebbene in Aprilia abbiano studiato soluzioni particolari per sfruttarlo al massimo (leggi sospensioni posteriori montate molto esternamente) le dimensioni del vano sottosella sono tutt'altro che esagerate. Una buona parte dello spazio è riservata a batteria e airbox, restano disponibili 47 litri, un volume rilevante (ci stanno comodi un casco integrale e un demi jet) ma inferiore a quello offerto dalla concorrenza e, tra l'altro, anche meno accessibile.

CHIUSURA CENTRALIZZATA A dare una mano provvedono altri due vani nello scudo, uno più ampio, protetto da serratura, utile per piccoli oggetti e compreso di presa elettrica a 12 Volt, e un altro (molto intelligente, ma non protetto) studiato per tenere a portata di mano, monete, o il biglietto dell'autostrada. Ogni serratura è apribile direttamente dal blocchetto d'accensione, senza mai estrarre la chiave, il che permette di accedere ai vani anche a motore in moto, un bella comodità.

TRALICCIO RIGIDO Ciclisticamente l'Atlantic è uno scooter normale, nel senso che utilizza soluzioni tradizionali come il blocco motore-trasmissione oscillante (mosso da due ammortizzatori a gas a doppio effetto, regolabili con ghiera e filettatura continua) e una forcella tradizionale (con una sola piastra e non due come sul Tmax), con steli da 40 mm. Viste le prestazioni, in Aprilia però hanno particolarmente curato la rigidità flessionale e torsionale del telaio a culla aperta: il voluminoso tunnel centrale nasconde un imponente traliccio d'acciaio oltre che il bocchettone del serbatoio del carburante.

STERZO AMMORTIZZATO Guidabilità e stabilità prima di tutto dunque. Atlantic deve offrire alte prestazioni ma anche saper sempre regalare una grande sensazione di sicurezza ed essere guidabile senza difficoltà da chiunque. Ecco perché utilizza (primo tra i maxi scooter) un ammortizzatore di sterzo regolabile, utile più che altro per limitare quelle oscillazioni che si manifestano a pieno carico, quando lo scooter viaggia con passeggero e bagagli al seguito.

PESO IN BASSO Particolare attenzione è stata rivolta anche alla distribuzione dei pesi che pur senza raggiungere il motociclistico 46-54 del Tmax (che ricordiamo ha il motore molto avanzato e fisso nel telaio), sfoggia un più che dignitoso 39-61 tra anteriore e posteriore, ripartizione ottenuta spostando il serbatoio sotto la pedana (utile anche per abbassare il baricentro) ma anche sfruttando il peso rilevante del gruppo carenatura-faro. La distribuzione dei pesi non cambia nemmeno con il pilota a bordo, il che non è male.

FRENATA INTEGRALE La frenata è assicurata da tre dischi di grande diametro: due da 260 mm per l'anteriore, con pinze flottanti a doppio pistoncino, e un disco posteriore da 220 mm, con pinza a due pistoncini contrapposti. Atlantic sfrutta un sistema di frenata integrale simile a quello adottato dalla Moto Guzzi (sarà un caso?): la leva sinistra comanda il disco posteriore e uno dei due anteriori, quella destra l'altro disco anteriore. Il tutto gestito da una valvola distributrice che ottimizza la ripartizione della frenata in funzione del carico, il tutto per avere la maggiore sicurezza possibile.

SICUREZZA AL TOP E proprio la sicurezza ha avuto un ruolo fondamentale nella progettazione del maxi Aprilia, sicurezza che si nota da tanti particolari solo apparentemente trascurabili ma che alla fine fanno la differenza. Il grosso faro anteriore utilizza tre lampade alogene (ma sono tutte nel gruppo centrale i due fanali laterali sono finti), garanzia di illuminazione perfetta anche di notte; il motore ha un sensore di caduta (che speriamo di non dover mai sperimentare) che blocca il flusso di carburante nel malaugurato caso in cui lo scooter si venga a trovare in posizione orizzontale; nello schienalino del passeggero è integrato un terzo stop, c'è il pulsante dell'hazard sempre utile in caso di sosta e le frecce rientrano automaticamente dopo 40 secondi: tante piccole cose insomma ma che fanno d'Atlantic una vera ammiraglia su due ruote.

CRUSCOTTO COMPLETO E a proposito di ammiraglia, da vera top car (pardon top bike) è il cruscotto: una vera miniera di informazioni piacevolmente retroilluminata da una luce blu (molto di tendenza). Più che i tradizionali orologi (tachimetro contagiri livello benzina e temperatura acqua), è il display a fare la differenza. Un vero computer di bordo rileva e trasmette ogni tipo di informazione: velocità media e massima, temperatura esterna, carica batteria, cronometro, consumo medio, distanza al prossimo tagliando. Utile anche l'adozione del doppio contakm parziale.

ESTETICA: QUESTIONE DI GUSTI E per finire il look dell'Atlantic… da berlina anche lui, e molto personale. Atlantic pare figlio di due stilisti diversi, uno ha creato l'anteriore spigoloso e sfaccettato, uno ha disegnato il posteriore morbido, tondo e molto ispirato alle berline americane anni 50, il tutto condito da cromature spesso non fini a se stesse (i due tubi anteriori ad esempio sono dei paracolpi fissati al telaio utili in caso di caduta).

CRITICHE Tre piccole critiche: non ci piace il marmittone cromato, decisamente ingombrante, ma efficace; non ci piacciono i due fari finti ai lati dello scudo (perché non metterci due lampadine vere?) e non ci piace l'assenza del freno di stazionamento (anche se è stato previsto, c'è già la spia sul cruscotto) che su veicoli di questo peso (in tutto fanno 218 kg in ordine di marcia ma senza benzina) diventa quantomai utile, soprattutto quando ci si ferma su superfici non perfettamente piane. Anche se va detto che l'Atlantic in queste situazioni si gestisce meglio del Tmax (altro scooter peso massimo senza il freno a mano)

PREZZO D'ASSALTO A piacerci, e molto, è invece il prezzo che Aprilia ha fissato 6300 €. L'Atlantic si pone quindi ai vertici della classifica al contrario dei prezzi. Ovvero: è uno dei più economici pur offrendo una dotazione completissima e finiture molto curate.

OPTIONAL Come optional sono previsti un bauletto posteriore aggiuntivo (si monta al posto dello schienalino), una serie di antifurti meccanici, e una linea d'abbigliamento dedicato. Ma è allo studio una lunga serie di accessori per aumentare ulteriormente l'attitudine ai viaggi di questo maxi scooter.

Autore: Stefano Cordara
Data: 19/01/2002 14:13:22

Prosegui: COME VA
aprilia atlantic 500 classic per sempre l'ho comprato nuovo nel 2009 km0 . Ha adesso 24000 km. Poche noie sofferte , e' importante fare i tagliandi in modo regolare e presso officine qualificate . per il resto e' fantastico in ogni ambito. Sicuro ne cerchero' un altro quando questo si fara' vecchio. Inviato da: amarula - 08/11/2014 17:44:42
avantreno atlantic Salve a tutti mi si e rotto l ammortizzatore di sterzo dell mio atlantic.cosa puo comportarequalcuno lo sa? Grazie.Bico Inviato da: Bico - 18/08/2014 18:08:27
problema con gli stop Salve, posseggo da un anno un aprilia atlantic 500 del 2002, ho un problema con l'accensione degli stop in frenata, in pratica quando freno entrambi gli stop non funzionano, il resto funziona tutto benissimo, pensando fossero le lampadine ho provato a sostituirle con 2 nuove ma non è cambiato nulla, potrebbe essere un fusibile da cambiare? e dove si trova la scatola fusibili su questo scooter? Grazie andreadimauro11@libero.it Inviato da: andrix89 - 25/07/2014 15:57:25
surriscaldamento Salve ho appena acquistato un atlantic 500 2002 ma nn riesco a capire perche dopo un po che cammino la temperatura sale alle stelle...a cosa potrebbe essere dovuto? Che mi consigliate di fare?grazie Inviato da: m.g. - 06/07/2014 23:58:10
No problem Devo dire che dopo avermi ricomprato il secondo Atlantic 500 del 2003 e tenuto il primo Atlantic seconda serie 2004 x 3 anni, non ho avuto alcun problema da segnalare , stabile e manovrabile anche in città, essendo alto 1,92, unica cosa e che ho messo un parabrezza + alto , della marca "Biondi" , via turbolenze di ogni tipo .... Soddisfatto x 2 volte, visto che me lo sono ricomprato in questo mese di maggio 2014 in ottime condizioni sempre in garage con 24 Mila KM ... P.S. un vero peccato che Aprilia abbia smesso di farlo ... Inviato da: Giulio - 25/06/2014 19:12:59
Velocità massima bassa buongiorno a tutti ...sono da poco possessore di un ATLANTIC 500 acquistato usato....non sono un motociclista e non mi interessano le alte velocità ma ho letto sul vostro post di velocità massime superiori ai 150 Km/h e consumi intorno ai 27 km/l.....per provarlo ho fatto dei tratti di strada a manetta ma non sono riuscito a superare i 130/135 km/h e i consumi nei normali tragitti non sono mai segnato più di 22 km/l, non per necessità di velocità ma esclusivamente per sapere se il mezzo funziona correttamente...sapete da cosa potrebbe essere causato questo divario? premetto che mi sembra che sia in accelerazione che al minimo mi sembra giri bene....la scarsa potenza potrebbe essere causata da un malfunzionamento della batteria? ringrazio per i commenti in risposta.. Inviato da: LUPIC - 06/06/2014 23:22:51
temperatura alta Salve a tutti ho appena preso uno Atlantic 500. E ho un problema se vado in accelerazione superando i 120 va subito la temperatura alle stelle ,appena decellero torna normale ...qualcuno mi sa dire qualcosa...ha dimentica o la pompa acqua e stata appena sostituita Inviato da: toti - 18/05/2014 17:35:03
per riccardo senza email non ci fai molto bon.giuseppev@hotmail.it grazie Inviato da: Anonimo - 07/04/2014 08:53:48
manuale atlantic 500 ciao riccardo , sto smontando carene e facendo dei lavori, potresti postarmi il tuo manuale dell'atlantic 500. grazie in anticipo. Inviato da: beppe - 07/04/2014 08:50:14
manuale bestio Ciao a tutti! Nel mio gruppo su Fb potete trovare il manuale in italiano da scaricare. https://www.facebook.com/shares/view#!/groups/161118847259418/ Cordialmente, Riccardo Inviato da: Riccardo - 09/03/2014 18:09:12
Totale pagine 77 | Pagina: 1

Home | Prove su strada

KTM Freeride E-XCKTM Freeride E-XC
Il futuro dell'off-road è elettrico?
Sospensioni HyperproSospensioni Hyperpro
Un kit sospensioni che migliora la vita di chi ha la Yamaha MT-07
Peugeot Django Sport 125Peugeot Django Sport 125
Classico ma tecnologico e personalizzabile: ecco lo scooter ...
Honda VFR800X CrossrunnerHonda VFR800X Crossrunner
È rivista nel look e nei contenuti la nuova Honda VFR800X ...
MV Agusta Brutale 800 RRMV Agusta Brutale 800 RR
Più Brutale che mai

Home | Magazine

Honda CB125F 2015Honda CB125F 2015
La Honda CB125F 2015 promette oltre 50 km/litro
Kit Rizoma per BMW R NineTKit Rizoma per BMW R NineT
Un kit per trasformare la NineT in una vera cafe racer
Porta targa LightechPorta targa Lightech
L'accessorio giusto per valorizzare il lato B della Ducati ...
Eicma 2014, lo stand TriumphEicma 2014, lo stand Triumph
La gamma delle Tiger 800 2015 è regina dello stand Triumph ...
#siselfiechipuò#siselfiechipuò
Un selfie con i protagonisti del mondo moto
Aprilia Tuono V4 R ABSAprilia Tuono V4 R ABS
La bestia allarga il suo orizzonte. Guarda il video
Bridgestone Battlax S20 vs Battlax T30Bridgestone Battlax S20 vs Battlax ...
Come ti cambio la moto con due set di pneumatici
Prove moto
Aprilia RSV4 RRAprilia RSV4 RR
Più motore per la sbk di Noale: ora la RSV4 ha oltre 200 cavalli
Aprilia Tuono V4 1100Aprilia Tuono V4 1100
Ancora più motore per la nuova Tuono V4 1100
Aprilia Caponord 1200 RallyAprilia Caponord 1200 Rally
All'Intermot di Colonia ci sarà una Caponord con spirito da ...
Play online, win offlinePlay online, win offline
Il concorso lanciato con Scarabeo si chiama Play online, win ...
Aprilia in MotoGP nel 2015Aprilia in MotoGP nel 2015
Aprilia anticipa di un anno l'ingresso in MotoGP
Magazine moto