Autore:
Stefano Cordara

GUARDATELA MEGLIO Beata la rete, e beato il lettore che con il fiuto di un segugio ha scovato altre immagini della Fazerona che siamo quindi in grado di mostrarvi in esclusiva. Da questi nuovi punti di vista la Fazer guadagna a mio parere un sacco di punti mettendo in mostra dei muscoli che nelle prime immagini non si erano evidenziati. Dinamica, con un serbatoio gobbuto e un codino slanciato, la 1000 Yamaha mostra un dinamismo notevole che spicca soprattutto nella vista laterale da cui si nota anche il telaio con le travi superiori che passano sopra al motore. Se Yamaha rispetterà l'iter gia svolto con la 600 anche questa moto arriverà in una versione nuda che promette faville.


BASSO E GROSSO

Quanto allo scarico (un particolare che ha fatto molto discutere) La nuova normativa Euro 3 impone dei volumi dei silenziatori molto grossi, da qui le difficoltà di sistemarli sulle moto, dove ovviamente lo spazio non abbonda. Dovremo abituarci, quindi a soluzioni come questa adottata dalla Yamaha che sposa la new age dello scarico laterale, grosso e tozzo come un barile. In pratica la FZ1 è la sorella maggiore della FZ6, che ormai da due anni sta facendo i grandi numeri sul nostro mercato. Punti in comune ce ne sono parecchi: il motore derivato dalla sportiva (R6 per la piccola, R1 per la grande) un bel telaio di alluminio e la semicarenatura, l'indole a metà tra lo sportiveggiante ed il turistico.

FACCIA DA FAZER

Tecnica a parte, la faccia della nuova FZ1 è comunque piuttosto simile a quella della vecchia Fazer, a causa della semicarenatura dagli occhi spigolosi e dalle orecchie sporgenti che manifesta un evidente family feeling con il modello precedente. Il resto, comunque è tutto diverso: dalle nuove foto si nota un codino molto rastremato, e un telaio che la fa da padrone nella zona centrale, con due travi di sezione molto generosa. Altrettanto dicasi per il forcellone con un braccio "a banana" che lascia spazio allo scaricone sulla destra, mentre a sinistra spunta una capriata di irrigirimento.Professionale l'avantreno dove spunta anche una bella forcella a steli rovesciati. Le pinze a quattro pistoncini sono di tipo tradizionale, certamente più adatte al tipo di moto delle radiali; vanno a frenare due dischi da 320 mm, e avranno il loro bel daffare, perché la FZ1 è moto dai grandi numeri.

MOTORE FORZUTO

Il quattro cilindri da 998 cc di evidente derivazione R1 ha alimentazione ad iniezione elettronica e valvola exup allo scarico. La cura Fazer lo ha ridimensionato di poco visto che Yamaha dichiara ben 150 cv a 11.000 giri con una coppia massima di 106 Nm a 8000 giri. 204 i kg a secco, per un interasse di 1460 mm che dovrebbe assicurare una bella stabilità alle alte velocità.