Autore:
Stefano Cordara

Interasse compattissimo, peso ridotto all’osso, sovrastrutture=0. Ecco come potrebbe essere la Fun bike per eccellenza. L’idea l'ha avuta Yamaha, che ha tratto ispirazione dal mondo delle BMX, le biciclette da cross.
La Tricker è una moto per giocare, motorizzata con un monocilindrico a quattro tempi da 220 cc raffreddato ad aria; vuole essere lo strumento preferito dagli stuntmen, ai quali viene incontro con pedane piazzate non solo in posizione tradizionale ma anche sui mozzi (anteriore e posteriore), proprio come accade sulle biciclette da acrobazia.

Davvero curioso l’andamento del telaio, che collega il cannotto di sterzo e il perno del forcellone "abbracciando" letteralmente il motore.
Non si può certo affermare che non sia una moto essenziale: al suo cospetto persino le striminzite moto da trial sembrano ciccione. Sarà l’inizio del freestyle motociclistico? Staremo a vedere, per ora la Tricker è solo un prototipo.


TAGS: yamaha inventa la toy bike