Autore:
Giulia Fermani

BILANCIO POSITIVO Si è conclusa con un bilancio assolutamente positivo la prima edizione del moto raduno The Reunion, dedicato a cafe racerclassiche e special, che si è tenuto nella cornice dell'Autodromo Nazionale di Monza nei giorni 8-9 e 10 maggio.

PARLANO I NUMERI La buona riuscita della manifestazione è confermata dal grande afflusso di appassionati che lo scorso week end hanno riempito l’Autodromo Nazionale di Monza: all’appello hanno, infatti, risposto 5 mila persone e 2.500 motociclette, mentre 32 sono stati i partecipanti alla Sprint Race. Che hanno gareggiato con mezzi di ogni genere, dalla più vecchia Honda Four CB750 K2 del 1972 ad una giovanissima Yamaha XV950 Pure Sport. Fra le tante moto in gara anche una Guzzi 750 S, una BMW R90S del 1975, una BMW R80/7, una Suzuki GS75X del 1983, una Harley-Davidson Sportster 883 del 1992, una Honda CB 750 RC42, una Honda Vigor del 2000 e una Ducati GT 1000 del 2007. Alla fine l’ha spuntata Gianluca Guantini “Rodeo” di Livorno, che ha tagliato per primo il traguardo in sella alla sua Triumph Thruxton del 2004.  

UN SACCO DI SPECIAL Passeggiando fra gli stand si potevano ammirare un sacco di special, provare moto nuove, gustarsi le creazioni di alcuni tra i più famosi preparatori italiani e internazionali, sbirciare le ultime novità in fatto di abbigliamento e accessori. Il tutto in un clima giusto, autentico, proprio come sono i motociclisti. Il tutto sperando - anche se ancora non c'è niente di certo - in un arrivederci per l'anno prossimo.


TAGS: café racer the réunion autodromo nazionale di monza monza biker fest