IERI LA 750 Le GSX-R danno fuoco alle 20 candeline della nascita della prima datata 1985. A quei tempi era una semplice settemezzo di soli 100 cv, ma la prima a sfoggiare sotto la carena il telaio in alluminio, primizia da superbike che la fece salire sull'Olimpo delle "racer replica".


OGGI LA MILLE È NERA Oggi, invece, la punta di diamante è la GSX-R 1000, la "millona" da 180,5 cv all'albero (rilevati al nostro banco) che sta stradominando le prime uscite della Superbike e che da maggio sarà disponibile non solo nella colorazione "ufficiale" Bianco/Blu Suzuki, ma anche in una cattivissima livrea Mat Black (tutta nera, a parte gli steli forcella) con la chicca dello scarico "truccato" Yoshimura, la Casa giapponese fornitore ufficiale delle Suzuki da gara. E la differenza di prezzo è minima, giusti gli euro per farsi la marmitta: 13.820 per la nera contro i 13.620 della "classica".