Autore:
Giulia Fermani

NUOVA IDENTITA' In casa Peugeot va in scena una piccola rivoluzione, con il ruota alta Peugeot Tweet che si aggiorna profondamente e cambia anche nome, diventando Tweet². Il fatto di essere leggero e pratico lo rende particolarmente adatto per gli spostamenti di tutti i giorni casa-ufficio, specie nella versione spinta dal nuovo monocilindrico 50 quattro tempi raffreddato ad aria. All’altro capo del listino c’è invece la variante da 150 cc, pensata per chi, anche nei brevi tragitti, non vuole rinunciare al piacere della guida e vuole varcare all’occorrenza i caselli autostradali.

TECHNICOLOR Lo stile non è certo lasciato in secondo piano, così come le possibilità di personalizzazione: per il Peugeot Tweet² 2015 si potrà scegliere infatti tra quattro colori, dai già noti Onyx Grey, Antarctica White e Jet Black, fino ad arrivare alla nuova colorazione Atlantic Blue. Peugeot ha pensato poi di proporre il nuovo Tweet²  in due versioni: standard ed RS. Vediamo questi due allestimenti cosa hanno in comune e, soprattutto, cosa li differenzia.

STANDARD vs RS I due allestimenti condividono pedana piatta, ruote da 16’’ e decal Tweet². La versione standard, poi, ha il parabrezza alto, i paramani integrati e la serigrafia Tweet, mentre l’RS sfoggia il parabrezza medio fumé. Ad accomunare i vari Tweet² sono anche le dimensioni del bauletto nero, che, grazie ai suoi 30 litri di capacità, uniti al vano sotto sella particolarmente spazioso, permette l’alloggiamento di 2 caschi jet con visiera.

I MOTORI Le motorizzazioni delle cilindrate 125 e 150 sono riviste per conciliare al meglio il piacere di guida, la velocità (che aumenta di 10 km/h) e la maneggevolezza del traffico. Il tutto senza andare a pesare sui consumi, che sono passano da 3,5 a 2,4 l/100 km. Ecco, dunque, che il motore 125 dai vecchi 8,8 cv arriva a 10,2 cv, mentre il 150 guadagna quasi un cavallo, passando da 10,5 cv a 11,3 cv.

ARRIVA IL CONTO I prezzi di vendita cambiano, ovviamente, a seconda della cilindrata e della versione scelta. Ecco, dunque, che si va dai 1.790 euro per il 50 standard (1.890 per la versione RS), ai 2.060 euro richiesti per il 125 (2.160 per l’RS), fino ad arrivare alla soglia massima di 2.160 per la ciclindrata più alta (2.260 per il 150 RS). Il tutto compresivo di parabrezza, top case, tre anni di garanzia, due anni di assistenza stradale e un regalo di Peugeot per i suoi clienti: il sempre utile kit di messa in strada.


TAGS: peugeot tweet2 standard rs