Evidentemente la FP1 è solo l’inizio. Ne abbiamo parlato proprio ieri, ma a quanto pare questi malesi hanno deciso di fare proprio sul serio. Non basta la Petronas, anche la Proton ci si mette. Già proprietario del marchio Lotus il gruppo malese, a quanto pare, ha messo le gli occhi sulla MV Agusta.

La notizia è rimbalzata sui giornali finanziari secondo i quali l’obbiettivo della Petronas sarebbe conquistare il 50% della quota azionaria del marchio gestito da Claudio Castiglioni e buttarsi nel segmento delle moto di serie entrando questa volta dalla porta principale.

Nulla di strano, anzi, l’accordo farebbe un gran comodo a entrambi. Alla Proton, che metterebbe le mani sulla "Ferrari delle moto" (come l’hanno definita i manager malesi); alla MV, perché il fiume di dollari che potrebbe arrivare dalla Malesia non può che far contento il patron Claudio Castiglioni che in questo modo riuscirebbe a rilanciare l’azienda, attualmente in amministrazione controllata. Oltre che produrre tante belle moto potrebbe anche realizzare il suo sogno: riportare la MV alle gare e magari alla Moto GP. Campionato in cui la Proton si sta cimentando con risultati non certo eclatanti.

Ma per ora i sogni restano tali. L’accordo si è limitato ad una lettera d’intenti firmata il 28 ottobre. Vi terremo informati sugli sviluppi. E per continuare a sognare… date un’occhiata ai colori della Proton Moto GP. Non vi viene in mente niente?


TAGS: mv=malaysian vehicles?