Autore:
Paolo Sardi

ALLA SALUTE! Alla Headbenger sanno bene che i biker si ricordano le raccomandazioni che da ragazzini ricevevano dai genitori e che ne mettono ancora oggi in pratica alcune. Ciò che si rammentano meglio è soprattutto l’invito a non fermarsi alla terza media:  si scolano così’ anche la quarta e magari vanno pure oltre… Scherzi a parte, il legame che c’è tra il mondo custom (o kustom, che dir si voglia…) e quello della birra è notoriamente forte e non è dunque un caso che Giorgio Sandi, eclettico patron della Headbanger, abbia deciso di consacrarlo, creando una linea di birre che porta il marchio delle sue moto: la Headbanger Old School Ale.

AFFINITA’ DI COPPIA Per dar vita a queste nuova iniziativa, la Headbanger ha stretto un accordo con una tra le realtà più interessanti e dinamiche del settore, la brianzola Alina – Italian Brewing Company. Ad accomunare i due marchi ci sono la passione per i prodotti artigianali e di carattere, che ha portato così alla nascita di due birre dalla spiccata personalità.

SOFT O STRONG La Headbanger Soft Ale è una birra ad alta fermentazione di colore rosso rubino con un grado alcolico di 6,5° che si caratterizza per lo speciale aroma che le regala il luppolo di Saaz. Per chi ama il gusto più deciso c’è poi la Headbanger Strong Ale, un’ambrata ottenuta dalla lavorazione di malti pregiati e luppoli aromatici, che danno sentori di liquerizia e un finale speziato. In questo caso la titolazione alcolica è di 8,5°. Entrambe le birre della Headbanger Old School Ale arriveranno sul mercato alla fine di ottobre attraverso il canale di distribuzione Horeca e si potranno trovare in locali e e pub selezionati.


TAGS: headbanger mondo biker birra