Autore:
Andrea Rapelli

HAT 2016 Tesi di laurea dell'Adventouring (se non sapete cosa sia acculturatevi cliccando sul link) la Hardalpitour 2016 - giunta alla sua ottava edizione - è una manifestazione non competitiva che parte venerdì 9 settembre da Garessio (CN) per arrivare, tre giorni dopo, a Sestriere (TO). Attraversando, nel frattempo, i tratti più suggestivi sulle splendide sterrate ex-militari delle Alpi piemontesi.

ONLY THE BRAVE La principale novità della Hardalpitour 2016 è la HAT Extreme, una non-stop di 36 ore e di circa 800 km, che parte alla mezzanotte di venerdì 9 e arriva a Sestriere all'ora di pranzo di domenica. Roba da duri. E infatti, la lista partenti annovera nomi come Alex Botturi (nella squadra ufficiale Yamaha), Jacopo Cerutti e Paolo Ceci, oltre a dakariani del calibro di Bruno Birbes e Roberto Boano.

ALLA FINE SI FESTEGGIA Chi ha mire più tranquille può optare per la HAT Discovery o la Classic, con percorsi più semplici e corti. Ma sempre in team, di tre persone e con moto che pesino più di 150 kg, seguendo le tracce GPS fornite dall'organizzazione. Poi, domenica, la grande (e meritata, per i partecipanti) festa finale a Sestriere. 

 


TAGS: adventouring hardalpitour 2016 hat extreme