Autore:
Stefano Cordara

Una potenza aumentata di nove cavalli, un telaio tutto nuovo, l’arrivo (finalmente) del doppio disco anteriore. Anche la piccola Dark dunque si fa il lifting, senza dimenticare in ogni caso il suo ruolo di moto d’accesso alla gamma Monster. Sparisce dunque il motore da 600 cc, sostituito dal nuovo 620 a iniezione elettronica che garantisce un livello prestazionale decisamente superiore.

Rinnovata completamente anche la ciclistica, che sfrutta il telaio della prorompente Monster S4 certamente in grado di gestire l’aumentata cavalleria del bicilindrico bolognese. Nuovi sono forcella e ammortizzatore posteriore, nuovo è anche il quadro comandi che vede una strumentazione finalmente al passo con i tempi e l’arrivo dell’Immobilizer di serie.

Con l’arrivo della 620 Dark si completa quindi l’evoluzione della serie Monster che dal 2002 prevederà solo modelli alimentati ad iniezione. La 620 resta dunque il gradino di accesso alla famigliola dei mostri Ducati e anche il modello preferito dal pubblico femminile che di questa moto ne ha fatto un vero e proprio must.

Nonostante le innovazioni, il prezzo rimane comunque competitivo: 7200 euro chiavi in mano (£.13.941.144).
La Monster Dark 620 i.e. è disponibile anche in versione depotenziata a 25 Kw per i neopatentati.


TAGS: ducati monster 620ie dark