Autore:
Stefano Cordara

Forse non tutti sanno che da qualche anno un nuovo marchio si sta affacciando nel panorama dei pneumatici moto in Italia. A dire il vero, Continental non è un marchio nuovo, il colosso mondiale (quarto produttore di pneumatici nel mondo) si è già fatto apprezzare in campo automobilistico con i suoi prodotti d'altissimo livello. Adesso ci prova anche con le moto, aumentando l'impegno in un settore che, pur non essendo mai scomparso dalla gamma, era forse rimasto un po' in disparte.

Il gigante tedesco, i cui colori caratteristici sono il giallo e il nero, ha deciso di

dar fastidio agli specialisti del settore come Dunlop, Michelin e P irelli. La punta tecnologica della gamma si chiama Conti Force Max. È un pneumatico radiale caratterizzato da una cintura in acciaio a 0° (in pratica una spiralatura continua in acciaio avvolge la sommità del pneumatico) che Continental ha brevettato sotto il nome di High Impact. Rispetto al Conti Force Standard il Max ha un disegno più aggressivo, con meno intagli sul battistrada e pani di gomma più ampi per assicurare un maggior grip.

Abbiamo avuto l'opportunità di provare il nuovo pneumatico sul circuito di Magione, ma purtroppo era disponibile solo l'anteriore (al posteriore è stato montato un Conti Force Standard) per cui ci riserviamo in futuro di fare un test più completo. In ogni caso abbiamo potuto apprezzare il comportamento del nuovo pneumatico Continental, che ha dato il meglio di sé in particolar modo su modelli non estremamente aggressivi come la Honda VFR o la Honda VTR Firestorm.

Montato su queste moto il Force max ha messo in evidenza un ottimo grip, una buona omogeneità di comportamento e un consumo regolare. Il pneumatico tedesco, però, si è trovato un po' in difficoltà nello smorzare le asperità (il cosiddetto fenomeno del kick back) dell'asfalto del circuito umbro(particolarmente sconnesso e quindi probante per ciclistiche e pneumatici).

Con moto più sportive come la CBR 600 (che alzano il limite della guida sportiva), invece, il Force Max ci è parso un po' più in difficoltà. Restano la buona sensazione di grip e l'usura regolare che ne fanno un ottimo pneumatico sportivo stradale, ma la carcassa è parsa un filo troppo cedevole soprattutto nella delicata fase di staccata e ingresso in curva dove veniva un po' meno la sensibilità sulla ruota anteriore.

Certo la pista, e in particolare quella di Magione caratterizzata da un asfalto fortemente corrugato, è un banco prova particolarmente probante per un pneumatico stradale qual'è il Conti Force Max, che Continental propone come pneumatico sportivo stradale e non racing. In quest'ottica, il Force Max si comporta piuttosto bene offrendo tra le sue altre qualità anche quella della sincerità di comportamento (dopo ripetute sessioni con gli stessi pneumatici non abbiamo mai riscontrato problemi di aderenza).

Il Conti Force Max è disponibile nelle misure: 120/70-ZR17 anteriore (263,39 €), 180/55-ZR-17 posteriore (356,35 €) 190/50-ZR17 posteriore (365,35 €), in pratica è in grado di coprire tutto il range delle moto sportive e sport touring dell'ultima generazione.


TAGS: conti force max