Anche il bollo moto nel mirino della nuova finanziaria. Se fino ad oggi l'attrazione verso un mezzo Euro 3 era data più che altro alla coscienza ecologica di ciascuno di noi, a partire dal primo gennaio del 2007 ci sarà anche una convenienza. A prevederlo è un nuovo emendamento al decreto fiscale collegato alla finanziaria (comunque non ancora approvato)

Secondo l'emendamento, infatti, dal primo gennaio 2007 chi inquina dovrebbe pagare un bollo più caro e, a parità di cilindrata, la tariffa aumenta proporzionalmente con il crescere delle emissioni. Il conto più salato spetta ai motocicli Euro 0 di cilindrata superiore ai cinquanta: 25 euro fino a 11 kW, cui vanno aggiunti 1,60 euro per ogni kW eccedente.

All'estremo opposto, troviamo ovviamente i motocicli Euro 3. In questo caso, fino a 11 kW si paga un po' di meno di chi possiede un vecchio Euro zero (19,11), ma il risparmio aumenta consiederevolmente se si deve pagare l'aggiunta: per ogni kW in più infatti l'esborso previsto si dimezza: 0,88 euro. In mezzo, ovviamente troviamo i motoveicoli Euro 1 ed Euro 2. I primi pagano di base 23 € più 1,30 per ogni kW eccedente gli 11 di base, mentre per gli Euro 2 il bollo parte da 21 €, più 1 euro a kW.

Ecco le nuove tariffe perviste dall'emendamento.

EURO 0 Fino a 11 kW: 25 €
EURO 0 oltre 11 kW: 25€+ 1,60 € per kW eccedente

EURO 1 fino a 11 kW: 23 € 
EURO 1 oltre 11 kW: 23€+1,30 € per kW eccedente

EURO 2 fino a 11 kW: 21€
EURO 2 oltre 11 kW: 21€ + 1€ per kW eccedente

EURO 3 fino a 11 kW: 19,11€
EURO 3 oltre 11 kW: 19,11€+ 0,88€ per kW eccedente